sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

‘Fiuggi Film Festival’.
La kermesse sul cinema
apre le porte ai giovani
Pubblicato il 21-07-2015


FFF 2015‘The Dark Side’ e ‘Maleficent’. Questi rispettivamente il tema scelto per l’FFF 2015 e la pellicola che inaugurerà la kermesse cinematografica – sino alla scorsa edizione ‘Fiuggi Family Festival’ – che quest’anno si chiamerà ‘Fiuggi Film Festival‘ in programma dal 26 luglio al 1° agosto nel suggestivo borgo medievale in provincia di Frosinone. Sotto la direzione artistica di Antonella Bevere – e organizzativa di Angelo Astrei (primo ideatore della trasformazione dell’evento, ndr) – l’edizione di quest’anno non solo si è rinnovata nel nome e nel logo, ma presenta anche un cartellone ricco di appuntamenti con il cinema: anteprime nazionali – thriller e drammi di autore – sette film inediti in concorso, retrospettive, film di animazione, una proiezione speciale in anteprima europea, master class e workshop, ossia laboratori di scrittura, film-making e video blogging. Tra le attività collaterali di intrattenimento sono previsti concerti e disco-dance. La kermesse cinematografica – giunta alla sua ottava edizione – intende dare forma a un ambizioso programma internazionale di formazione cinematografica d’eccellenza rivolto a studenti di istituti superiori e universitari che hanno scelto percorsi di studio o esperienze professionali nell’audiovisivo.

LA GIURIA – Oltre ai laboratori suddivisi in due percorsi distinti per i giovani dai 14 ai 18 anni e per gli studenti universitari fino ai 29, i ragazzi avranno il ruolo ufficiale di Giurati per la selezione del miglior film in concorso. A presiedere la Giuria ufficiale – composta da Daphne Sigismondi, vicedirettrice della ‘School of Cinematic Arts’ di Los Angeles; l’economista Luigino Bruni; Roberta Mazzoni, sceneggiatrice e regista e il giornalista Giuliano Guzzo – sarà la scrittrice Susanna Tamaro.

IL CONCORSO – Cinque i Paesi di provenienza – Francia, Norvegia, Paesi Bassi, Belgio e Cina – delle sette pellicole del concorso internazionale: ‘Un homme ideal”  di Yann Gozlan; ‘ A thousand times goodnight’ di Erik Poppe; ‘Lucia de B’ di Paula Van Der Oest; ‘Tavernier, Dearest’ di Peter Chan; ‘Un illustre inconnu’ di Matthieu Delaporte; ‘De toutes nos forces’ per la regia di Nils Tavernier e ‘Het vonnis’ di Jan Verheyen. Inoltre sono previste proiezioni speciali e retrospettive tra cui ‘The Judge’ di David Dobkin, con Robert Downey Jr. e Robert Duvall; ‘Big Hero 6’, film d’animazione della ‘Marvel Disney’ diretto da Don Hall; ‘Due giorni e una notte’ di Jean-Pierre e Luc Dardenne, pellicola in cui i fratelli belgi riportano al centro della loro indagine cinematografica il tema del lavoro, dando voce a personaggi autentici per descrivere la realtà così com’è. Senza alcuna edulcorazione.

Silvia Sequi  

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento