domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Marco Di Lello al Corriere della Sera: Ora il PSI
deve aderire al progetto
dei democratici
Pubblicato il 31-07-2015


Intervista Marco Di Lello al Corriere della Sera del 31 luglio 2015

Di_Lello_lascia_va_nel_Pd

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Rispetto le scelte di ognuno, anche quando sono sbagliate, specialmente se compiute da un dirigente nazionale di un Partito che ha riposto fiducia in lui candidandolo, seppure nelle file del PD che lo ha ospitato, ad un seggio parlamentare. Una scelta certamente non condivisibile quella dell’On. Di Lello, dettata più da interesse, che da reale spirito di servizio nei confronti di quanti gli hanno garantito il risultato. Le questioni politiche ed organizzative, rispondendo a quanto Di Lello dichiara nella sua intervista, si fanno nel Partito e le scelte di prospettiva si fanno con il Partito di cui si è parte dirigente laddove si decida di cambiarle. Noi dell’opposizione interna, spesso critici con la maggioranza, continueremo, minoritariamente a condurre le nostre battaglie, con lealtà, con lo spirito di chi crede in valori che la storia ha affermato, rimanendo fedeli al piccolo PSI, cercando di dare quel sostegno e quel supporto per fare della nostra compagine un riferimento credibile nella sinistra riformista di questo Paese. Siamo consapevoli dei nostri numeri e del nostro peso, ma siccome le idee viaggiano sulle gambe delle persone, non siamo disponibili a svenderci per un “tozzo di pane”. Auguri Marco, e buona esperienza. Noi attendiamo, per le nostre scelte e le nostre proposte ai Compagni il congresso che si terrà, rimanendo ancorati nel nostro porticciolo.

Lascia un commento