domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Richiesto il rientro di Girone e la permanenza di Latorre
Pubblicato il 21-07-2015


>>>ANSA/L'INDIA DICE SI' AL RIENTRO DI LATORRE, IN ITALIA PER 4 MESI

Due le richieste avanzate oggi dall’Italia al Tribunale internazionale del Diritto del Mare di Amburgo: Massimiliano Latorre deve restare in Italia e Salvatore Girone deve farvi rientro sino alla conclusione del procedimento dell’arbitrato internazionale presentato dal governo italiano, attivato lo scorso 26 giugno e recentemente accettato dalla Procura indiana – dinanzi alla Corte suprema – al fine di dirimere l’annoso caso. A renderlo noto è la Farnesina che inoltre ha richiesto la sospensione della giurisdizione a carico dei marò in India al fine di ottenere il loro rientro nel nostro Paese.

LE ISTANZE DELL’ITALIA – L’iniziativa odierna – prosegue la nota del Ministero degli Esteri – è dettata dalla necessità di tutelare i diritti dei fucilieri di Marina e del nostro Paese durante lo svolgimento del procedimento arbitrale. Come da prassi, il percorso che porterà il tribunale di Amburgo a esprimersi sulle istanze italiane dovrebbe completarsi entro alcune settimane.

Maro-rientro-Italia

IL CASO DEI MARO’ – Massimiliano Latorre e Salvatore Girone sono sotto processo, accusati di aver ucciso, il 15 febbraio 2012 due pescatori indiani scambiati per pirati mentre si trovavano a bordo della petroliera “Enrica Lexie”, a largo delle coste dello Stato del Kerala. Vennero arrestati dalle autorità indiane – con l’accusa di omicidio – il 19 febbraio.

Siria Garneri

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento