domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

‘Mind Festival 2015’.
Quando solidarietà
e musica si incontrano
Pubblicato il 23-07-2015


Mind FestivalLa musica invaderà le Marche, e più precisamente Montecosaro (MC), dal 29 luglio al 2 agosto prossimi, con il ‘Mind Festival‘ dedicato al meglio della musica indipendente italiana e internazionale, con spettacoli gratuiti. Tanti ospiti di rilievo, e soprattutto un grande impegno sociale portato avanti, all’insegna della solidarietà, col progetto ‘Rezophonic’ di Mario Riso.

IL PROGRAMMA DELLA KERMESSE – Giunta alla terza edizione la kermesse aprirà il sipario venerdì 29 con i ‘Bud Spencer Blues Explosion’, band alternative rock-punk blues formatasi a Roma nel 2007, formata da Adriano Viterbini (chitarra, voce, tastiere) e Cesare Petulicchio (alla batteria). Il 30 sarà la volta de ‘Lo Stato Sociale’, da Bologna, e il 31 si esibiranno gli ‘Aucan’ da Brescia, a significare la molteplice provenienza delle band presenti da tutta Italia. Sempre il 31, dal palco gli ‘Ackeejuice Rockez’ suoneranno la loro musica elettronica, mentre l’attesa più grande è per l’arrivo – sabato primo agosto – dei ‘Lacuna Coil’, band musicale alternative metal milanese, formatasi nel 1994.

EVENTO SOCIALE E SOLIDALE – La giornata conclusiva del 2 agosto regalerà il momento più alto della kermesse musicale. Marco Riso è un celebre batterista e compositore italiano, nato con la musica nel sangue. Nel 2005, per festeggiare i 20 anni di carriera ha creato il progetto ‘Rezophonic’ – di cui è creatore e direttore – a cui hanno collaborato da sempre molti artisti rock italiani. Lo slogan di quest’ultimo è “Per offrire da bere a chi ha VERAMENTE sete” e lo scopo è raccogliere fondi dalla vendita di cd il cui ricavato sarà devoluto all’’African Medical and Research Foundation‘ (AMREF) per un progetto idrico nella regione dai Kajiado tra Kenya e Tanzania. Per questo non è un caso che nel 2009 Riso abbia scritto con Caparezza il brano ‘Nell’acqua’ che parla dello spreco di acqua nelle società occidentali.

LA ONG AMREF – La ong Amref – fondata nel 1956 da tre chirurghi – ha sede a Nairobi, in Kenya, filiali operative in alcuni stati dell’Africa, dell’Europa e negli Usa, e si dedica ai diversi progetti umanitari, (pre)occupandosi delle condizioni igienico-sanitarie in Africa, riponendo l’attenzione in particolare sulla lotta all’Aids, ad altre malattie sessualmente trasmissibili e alla malaria. Lo scopo non è solo quello di garantire istruzione ed assistenza ai bambini, ma anche far sì che la salute diventi un diritto riconosciuto, accessibile, sancito e concesso in quanto universale, anche ricorrendo a misure “eccezionali” quali il progetto straordinario, quasi un prototipo rivoluzionario d’avanguardia, di ‘Flying Doctors‘: per permettere di far volare in loco e portare personale medico qualificato in grado di portare soccorso, cure mediche sicure ed efficaci, moderne, valide alla gente del posto. Per una qualifica in più che aggiunge rilevanza a questa edizione del ‘Mind Festival’, per una manifestazione cui “fare attenzione” come ricorda e cita il termine inglese omonimo del nome della kermesse mind, da tenere a …mente (mind appunto in inglese), nel vero senso del termine.

Barbara Conti 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento