sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Notizie in breve
Pubblicato il 27-07-2015


Napoli, Il PSI presenterà alle prossime elezioni di Napoli liste autonome
Il Direttivo Provinciale della Federazione PSI di Napoli, dopo un lungo e proficuo dibattito, ha determinato le prossime iniziative del partito e indicato le linee politico-organizzative che caratterizzeranno i mesi a venire sino alle elezioni amministrative 2016. Tenuto conto degli scarsi risultati raggiunti dalla giunta De Magistris, incapace di risolvere vecchi e nuovi problemi e non in grado di tener fede al proprio programma elettorale, e tenuto conto dell’assenza di proposte politiche alternative e valide che possano assicurare gli interventi ordinari e straordinari di cui Napoli necessita, la Federazione Provinciale organizzerà a settembre una conferenza programmatica in cui articolare idee, obiettivi, contenuti e strategie per la Napoli del prossimo quinquennio, cercando di coinvolgere tutte le forze politiche e sociali che condividano visione di cambiamento e metodo riformista, con particolare attenzione per quei gruppi e quelle comunità – radicali, repubblicani e altri – stritolati dalle inique e antidemocratiche leggi elettorali contemporanee. 
Il PSI presenterà alle prossime elezioni di Napoli liste autonome sia per il rinnovo del consiglio comunale che per il rinnovo dei consigli municipali: il Direttivo Provinciale non ritiene affatto scontata la partecipazione a un’eventuale coalizione di centrosinistra egemonizzata dal Partito Democratico e subordina tale partecipazione a una indispensabile e non negoziabile condivisione di tutte le scelte fondamentali, dal programma all’individuazione del candidato sindaco e dei candidati presidenti di municipalità.
Infine, a testimoniare il vigore e la vitalità del partito, nel mese di Settembre verrà inaugurata la nuova sede della Federazione, più consona alle attività politiche che verranno messe in campo nel prossimo futuro.

Bolzano, Governare la città, per il PRU decidano i cittadini

La Segreteria del PSI riunita, ha analizzato il delicato momento che sta vivendo il governo della città di Bolzano. “Non si riesce ancora a capire – si legge in una nota del segretario del PSI dell’Alto Adige Alessandro Bertinazzo  – chi e quali forze politiche abbiano a cuore il governo della città, visto che dal giorno successivo al voto del 10 maggio, compreso il ballottaggio, non si è parlato altro che del Quadrante di via Garibaldi – via Alto Adige – via Stazione – via Perathoner.  E questo anche dopo il voto in Consiglio Comunale che ha visto 22 consiglieri esprimersi per il “SI” alla proposta presentata da Benko.  In merito il partito, con in testa il Segretario Bertinazzo, ha deciso di proporre l’indizione di un referendum popolare, per far decidere ai cittadini il futuro del Quadrante, se si vuole recuperare e riqualificare urbanisticamente l’attuale degrado o lasciare tutto come sta, considerato che i 45 Consiglieri Comunali non sono stati in grado di decidere”.

“I socialisti – continua la nota – propongono altresì di dare avvio all’attuazione del programma di maggioranza con coloro che hanno condiviso fin dal primo turno lo stesso programma e con coloro che, adeguandolo – congelando quindi quanto riferito al Quadrante da riqualificare, di cui saranno i cittadini a decidere – hanno permesso di dare un governo alla città. È ora grande di smetterla di fare i giochi del rimpiattino, visto che il tema benko lo si lascia fuori.

L’assunzione di responsabilità vuole dire questo. Ripartiamo e sosteniamo Gigi Spagnolli affinché possa ricominciare a lavorare per il bene dei cittadini, che non sono tutti ‘allineati allo stesso ideale’. I socialisti – conclude – ci sono e ci saranno con il bagaglio politico e di responsabilità che da sempre li accompagna.

 

Clima. Pastorelli: Servono investimenti, ripensare vincoli Ue

Roma, 28 luglio 2015 – “L’Italia è chiamata a dare il proprio contributo nell’ambito di trattative internazionali decisive per le sorti del Pianeta. I nuovi obiettivi di sviluppo sostenibile sono infatti una straordinaria occasione per incidere realmente sulla tutela dell’ambiente a livello globale. Inoltre ci troviamo a gestire i flussi migratori, i quali possono essere determinati anche da disastri ambientali. Riguardo al controllo delle emissioni inquinanti, poi, deve essere fatto molto di più. Servono politiche a medio e lungo termine, che modifichino radicalmente abitudini e stili di viti della popolazione. E proprio in questa direzione va la mia proposta di legge sulla mobilità elettrica che incentiva l’uso di veicoli ad emissioni zero”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente, nel corso delle dichiarazioni di voto sulle mozioni concernenti iniziative per contrastare i cambiamenti climatici riguardo le quali il Governo ha espresso parere favorevole. “Certo – continua il parlamentare socialista – l’appartenenza dell’Italia all’Ue non è priva di conseguenze: i vincoli di bilancio derivanti dal patto di stabilità vanno ripensati, essendo sempre più indispensabile un piano di investimenti pubblici in tema di efficienza energetica, riduzione delle emissioni, tutela della biodiversità. Per tutti questi obiettivi è dunque necessaria un’incisiva azione di impulso del Governo, tanto nelle sedi internazionali quanto in quelle nazionali”.

Scritte Viale Argonne, Biscardini: solidarietà a Pisapia e a Maran

Dichiarazione di Roberto Biscardini: “La solidarietà mia e dei socialisti al Sindaco Pisapia e all’Assessore Maran per le scritte minacciose apparse oggi in città. La nostra solidarietà al Sindaco e all’Assessore ai Trasporti è senza riserve, non si tratta di criminalizzare la protesta ma di condannare con fermezza coloro che con la minaccia colpiscono la democrazia e le Istituzioni.”

Elezione diretta città metropolitane: depositata in Cassazione proposta di legge popolare

È stata depositata stamattina a Roma (27 luglio 2015), presso la Corte di Cassazione, una proposta di legge di iniziativa popolare in materia di “Elezione diretta del sindaco e del consiglio della città metropolitana”. A guidare per il momento l’iniziativa sono esponenti  Radicali, Socialisti, di Italia Unica, liste civiche e associazioni provenienti dalle città metropolitane di tutta Italia. Erano presenti oggi a Roma Giuseppe Alterio (Comitato Nazionale Radicali italiani, Napoli), Felice Besostri (avvocato, Milano), Giuseppe Bicchielli (Italia Unica Roma), Roberto Biscardini (consigliere metropolitano, Milano), Mauro Broi (Milano), Marco Cappato (consigliere metropolitano Milano), Daniele Fichera (consigliere regionale PSI, Roma), Antonio Gadelata (Comiti Civici Bari), Gerardo Labellarte (PSI), Lorenzo Lipparini (Comitato Nazionale Radicali italiani, Milano), Riccardo Magi (Presidente Radicali italiani, consigliere Roma Capitale) , Claudio Marinoni (Associazione Enzo Tortora Milano), Alessandro Massari (Radicali italiani, Roma), Maurizio Villani (PSI), Valter Catoni (Italia Unica, Roma), Lelio Alfonso (coordinatore nazionale Italia Unica).

I promotori hanno dichiarato: “la legge Del Rio ha reso le città Metropolitane enti di secondo livello, di fatto nominati dai Partiti. Ci rivolgiamo in particolare agli amministratori e ai cittadini di quei comuni che, con l’attuale normativa, sono stati defraudati del diritto di voto, già sancito dalla Carta europea delle autonomie locali. Auspichiamo che, grazie all’iniziativa popolare, si possa superare l’attuale assurdo sistema e ripristinare quanto prima l’elezione diretta e a suffragio universale”.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento