venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Leonardo Scimmi:
Salvare la Grecia,
senza se e senza ma
Pubblicato il 08-07-2015


Al di là della simpatia per Tsipras e per l’audacia con cui ha sfidato la Troika e la mancanza di legittimità democratica dell’Europa, resta il dato economico drammatico della Grecia.
Resta che salvare la Grecia o lasciarla uscire rappresentano in ogni caso due precedenti pericolosi.
Io sono per il salvataggio della Grecia senza se e senza ma, credo che tra i due precedenti sarà sicuramente meno pericoloso, perché nessun altro Paese vorrà passare attraverso quello che sta passando ora il popolo greco.
Il salvataggio dimostrerà che l’Europa esiste e crede in se stessa e nel suo futuro.
Pero’ questo non significa che la Grecia sia un esempio.
La sinistra socialista e razionale dovrà dimostrare di avere una “visione” per l’Europa alternativa alla destra della Merkel senza accarezzare il sogno altromondista di Tsipras.
Da tempo ci permettiamo di suggerire una chiave di lettura: la democrazia industriale (mitbestimmung) democrazia economica (trasparenza) democrazia politica (europa federale) con un budget e strumenti di salvataggio comuni.
Leonardo Scimmi
bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Il “sogno altromondista”? Tsipras DEVE far smettere l’umiliazione ed i degrado del popolo greco, ridotto, in gran parte,
    al degrado dei “lager”, dove si moriva di fame e di stenti, oltre di che pallottole.

Lascia un commento