sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Slittano le unioni civili. Nencini: “Italia in ritardo”
Pubblicato il 15-07-2015


Unioni civiliSlittano le unioni civili con la calendarizzazione in Aula del ddl che passa alla prossima settimana, nonostante il Pd abbia chiesto  l’approdo immediato. Lo ha deciso, a maggioranza, la conferenza dei capigruppo del Senato dove Ncd, con il capogruppo Renato Schifani, ha ottenuto che prima di procedere in Aula siano disponibili i dati del ministero dell’Economia sull’impatto che pensioni di reversibilità e assegni familiari avrebbero sui conti pubblici. A decidere la data di avvio dell’esame in aula, quindi, sarà la prossima conferenza dei capigruppo.

“Questa mattina si è svolto un incontro con le associazioni Lgbt insieme al sottosegretario al Ministero dell’Istruzione Davide Faraone in materia di prevenzione di ogni forma di violenza e discriminazione.L’appuntamento con le associazioni ha rappresentato l’occasione per fare il punto sull’iter delle unioni civili”, si legge in una nota di Micaela Campana, responsabile diritti del Pd. “Da troppo tempo leggiamo di ipotesi di impantanamento del testo, il Partito democratico oggi chiederà la calendarizzazione
del testo per voce del capogruppo al Senato Luigi Zanda. E’ chiaro che non intendiamo cedere ai ricatti di chi vuole solo fare ostruzionismo”, ha spiegato Campana.

“Ho chiesto e insistito per la calendarizzazione in Aula del Ddl sulle unioni civili. L’obiezione  che ho avuto è che il Ministero dell’economia non ha  ancora  presentato un calcolo completo sui costi delle pensioni di reversibilità, degli assegni familiari, ecc… per queste relazioni tecniche possiamo attendere 2 – 3 giorni, ma non oltre”, ha affermato il presidente dei senatori del Pd Luigi Zanda al termine della capigruppo. “Ho chiesto – ha aggiunto il parlamentare –  che la commissione Giustizia acceleri il più possibile i suoi lavori, per completarli al più presto, in tempo per una calendarizzazione in Aula già alla fine della settimana prossima”.

Le unioni civili sono un tema su cui il Psi si spende con forza da tempo. “Non si può più aspettare oltre – ha detto il segretario Riccardo Nencini – si calendarizzi prima dell’estate il voto in Aula. Lo chiediamo ormai da anni. L’Italia porta la maglia nera sui diritti” e per Nencini “non si tratta di dare un’accelerata all’iter parlamentare ma anzi di colmare un ritardo inaccettabile nel confronto con l’Europa. Nessun ostruzionismo nessun compromesso e nessuna deroga alla libertà di scegliere della propria vita”.

Dietro il voto c’è chi vede uno scambio. E in particolare quello tra il via libera all ddl anche da parte di Area Popolare e un ministero per Gaetano Quagliarello. A respingere con forza al mittente le accuse e il capogruppo Renato Schifani che si dice “allibito a leggere di eventuali scambi”.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento