giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Europarlamento.
Una mostra celebra
la memoria di Matteotti
Pubblicato il 08-07-2015


goffredo bettini

L’eurodeputato Goffredo Bettini

Realizzata un anno fa – per celebrare Giacomo Matteotti nel novantesimo anniversario del suo assassinio da parte dei fascisti – la mostra “Giacomo Matteotti 1924-1914” intende ricordare la figura storica e politica del deputato socialista, antifascista, sequestrato e ucciso dopo il suo coraggioso intervento in Parlamento in cui denunciò i brogli elettorali che avevano portato alla vittoria di Benito Mussolini. A moderare l’iniziativa – che si è svolta ieri pomeriggio nella sede del Parlamento europeo a Strasburgo – è stato l’eurodeputato, Goffredo Bettini.

LA RETROSPETTIVA – La mostra è composta da 28 pannelli – suddivisi in tre sezioni: ‘L’uomo e il politico’, ‘Vittima del fascismo’ e ‘Il mito’ – che spaziano da riproduzioni di fotografie a documenti, passando per alcuni articoli di giornale dell’epoca. La retrospettiva è stata realizzata dal Gruppo Pd alla Camera dei Deputati in collaborazione con le Fondazioni Matteotti e Turati, ed è stata esposta nel settembre del 2014 alla Festa nazionale del Partito democratico a Bologna.

BETTINI: GRANDE PERSONALITÀ – Goffredo Bettini, durante il suo intervento ha voluto sottolineare che la retrospettiva ha «la capacità di ricostruzione storica ad una notevole potenza visiva». Inoltre, l’eurodeputato democratico ha fatto notare che è «una felice coincidenza», il fatto che di Matteotti si parli al Parlamento europeo poiché il deputato socialista «ha attraversato – con occhi assai vigili e animo sensibile – gli avvenimenti che sconvolsero tutto il Vecchio continente nel primo quarto del secolo scorso. Dunque, le cose che ha detto e le azioni che ha compiuto si inseriscono in un contesto internazionale più ampio».

GLI ALTRI INTERVENTI – All’iniziativa sono inoltre intervenuti Gianni Pittella, capogruppo dei Socialisti & Democratici all’Europarlamento, Patrizia Toia, presidente della delegazione Pd al Parlamento europeo, Roberto Gualtieri, presidente della Commissione Bilancio ed il professor Maurizio Degli Innocenti, presidente della Fondazione Studi Storici Filippo Turati.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento