mercoledì, 7 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Agosto
Pubblicato il 07-08-2015


Premetto. La politica è fatta di idee, di passioni e di relazioni
umane. L’uscita di Di Lello non mi lascia indifferente. Soprattutto per
il modo. L’invito che ci lascia, a pie’ di pagina della sua, è ‘Ciascuno
rifletta’. Rifletto in sintesi.

Se desidero che il mio partito discuta una prospettiva politica, aspetto
il congresso, gia’ indetto, la sede piu’ opportuna e piu’ vasta per
sciogliere il nodo. E invece ci viene spiegato che a settembre, ben
prima che il congresso si tenga, Di Lello se ne andrà comunque.
Significa che ha deciso da tempo, senza bisogno di confrontarsi con nessuno.

Leggo che andrà nel Pd per portare la ‘vision’ che manca a Renzi.
Dunque, prima ancora che a un partito, aderira’ a una componente di quel
partito. Auguri.

Non leggo invece un dito di autocritica. Domando. Come e’ possibile
proporsi solo pochi mesi fa alle primarie campane sotto le insegne del
tuo partito, attaccare a testa bassa il Pd, infilzare quotidianamente De
Luca e subito dopo giudicare superata la funzione del PSI e aderire in
solitudine al partito con cui ci siamo scontrati?

Ha ragione Marco. Conviene riflettere. Magari senza scomodare Nenni e
Turati. Almeno un gesto di correttezza, ora. Chi se ne va eviti
l’inganno di mantenere la rappresentanza della componente socialista
alla Camera. Non si sta con i piedi in due scarpe. Non c’è dubbio che
Pia ci rappresenterebbe con dignità.

Riccardo Nencini

Riccardo Nencini

Riccardo Nencini

Segretario Psi - viceministro dei Trasporti

More Posts - Website

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Perché l’Italia è in declino e non sarà facile risollevarsi? Semplice: quando un paese distrugge la storia, quando un paese lascia che un piccolo gruppo – i piduisti – riesce a distruggere le istituzioni quando un partito, che vorrebbe essere socialista, per opportunismo vota il “jobs act” e la “buona scuola” significa che ormai si sta perdendo tutto. Speriamo che il prossimo congresso sappia discutere di “futuro” e non di Craxi, Renzi e magari di Fassina e Civati per dare addosso ad una minoranza della minoranza.

  2. Coraggio Segretario, proviamoci. Autonomia, identità e visibilità. Più facile a dirsi che a farsi, ma un tentativo di umiltà e ampliamento della nostra sfera politica va fatto. Proviamo a mobilitarci tutti per una nuova rinascita.

  3. Chi va chi viene è sempre stata una pratica non solo nel nostro Partito, una analisi di questi eventi è comunque doveroso farla.
    Se il P.d. diventasse veramente un partito Riformista, Socialista, non avrebbe più senso mantenere in piedi un partito come il nostro. Gli eventi, al di là dell’entrata nel P.S.E., vanno in tutt’altro
    segno. Ha ragione Mauro quando ci fa osservare,che Renzi stesso, non fa altro nel riesumare L’unità, ignorare completamente le testate Riformiste, commemorare personaggi del vecchio P.C.I. senza un minimo di autocritica, senza menzionare neanche nelle ricorrenze i Socialisti che hanno contribuito a fare grande il nostro Paese.
    Dunque, non ha senso in questo contesto abbandonare il glorioso P.S.I., per qualcosa che non ci appartiene.
    Prepariamoci scrupolosamente per affrontare gli impegni programmati, in particolare il Congresso, che dovrà essere il momento della svolta, della riscossa come tanti compagni invocano.
    Buon Lavoro compagno Segretario.

  4. Sostengo la linea di Nencini PERO’ qualche precisazione ci deve essere data: 1. cosa ne è stato del patto federativo con il PD ?? 2. questi compagni che lavorano per costituirsi autonomamente come altra entità politica fanno ancora parte del PSI ? 3. chi ha invitato a votare per liste contrapposte a quelle in cui vi erano candidati ufficiali del PSI (caso Liguria – Biscardini) sono ancora nel PSI ? così per sapere chi sono i compagni del percorso che si vuole intraprendere. grazie

Lascia un commento