mercoledì, 7 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Leonardo Scimmi:
Perché oggi per i socialisti non vi é alternativa al PSI?
Pubblicato il 26-08-2015


A coloro che vogliono lasciare il PSI per aderire al PD, ricordiamo che il PD non ha nulla di socialista. Nessuno dei padri storici del PSI é mai contemplato dalle riunioni o propagande o filosofie dei membri del PD, a qualsiasi livello, dai militanti ai dirigenti al Segretario, avete mai sentito un PD parlare con ammirazione o ricordare con commozione o semplicemente dare ai socialisti quello che appartiene alla storia dei socialisti? Se avete esempi vi prego portateli.

Per questi motivi un socialista non può aderire al PD senza rinnegare la propria storia di socialista. A coloro che sono in Forza Italia una volta avremmo rimproverato di essere a destra, ma questo oramai non é più attuale, anche se personalmente non vi ho mai creduto perché destra e sinistra dopo Tangentopoli hanno assunto altri significati in Italia. A costoro direi oggi che Forza Italia é un partito alla frutta e che se tengono al proprio voto od al proprio collegio elettorale, dovrebbero sbrigarsi a cercarsi un’altra casa, quella dei socialisti é sempre aperta.
A coloro che sembra vogliano partire per i lidi di Vendola Fassina e Company, ricordiamo che la linea anti capitalista e anti finanza e anti globalizzazione non solo é perdente, nella sconfitta molti si nobilitano!, ma di sicuro tale linea non é socialista. Il socialismo democratico che  gli anni ’80 fortunatamente ci hanno tramandato riconosce il mercato e la proprietà privata. Il movimento anticapitalista rinnega invece il mercato e la proprietà privata che vi é alla base, e la finanza ipercattiva e la globalizzazione demoniaca. Ora non possiamo ricominciare con i tic anticapitalisti, anti americani e via dicendo, questa é roba vecchia, un bagaglio solo apparentemente utile per via delle crisi degli ultimi anni, nel breve periodo forse, ma nel lungo non più proponibile.
Oggi socialismo democratico significa allargare la sfera dei diritti, economici per esempio oltre che civili. Consentire a tutti di avere accesso ad una casa dignitosa, ad un lavoro stabile, un salario buono, una educazione promettente, consentire ai lavoratori di dire la loro sulle sorti della azienda per cui lavorano. Allargare gli spazi di democrazia, questo significa socialismo democratico, eliminare se possibile iniquità, sfruttamenti, povertà, aumentare la sfera degli abbienti, della borghesia, ridurre le barriere infrastrutturali educativeo politiche, puntare sulla democrazia politica economica ed industriale.
Leonardo Scimmi
bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento