sabato, 21 gennaio 2017
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Riforme. Pioggia di emendamenti sul ddl Boschi
Pubblicato il 07-08-2015


boschiIn tutto all’esame della Commissione Affari Costituzionali sono stati presentati ben 513.450 emendamenti, una cifra record sul ddl Boschi che riprenderà l’Iter a settembre, ma che si annuncia pieno di ostacoli.
Non poteva mancare l’opposizione di M5S, Lega e Sel, ma i riflettori restano puntati sulla minoranza dem, che ha presentato 17 emendamenti, tra i quali ci sono richieste di modifica all’articolo 2 sulla composizione ed elezione del Senato, di modifica delle funzioni del futuro Senato e sull’elezione del presidente della Repubblica. Un fronte così ampio, quello dei favorevoli al Senato elettivo, messo però in secondo piano dalle lotte interne nel Partito al Governo.
“Considero importante la dichiarazione del senatore Buemi sull’emendamento sottoscritto da 12 componenti del gruppo Autonomie per un Senato eletto direttamente dai cittadini” dichiara in un comunicato Vannino Chiti, esponente della minoranza PD, riferendosi al senatore socialista, Enrico Buemi. “12 componenti del gruppo Autonomie per un Senato eletto direttamente dai cittadini. 28 senatori Pd e 12 del gruppo delle Autonomie – in maggioranza – Sel e M5S, Lega e Fi si ritrovano su questa impostazione. Vi sarebbero dunque le condizioni per un’intesa ampia”.
Chiti prosegue: “Come si vede, sul pieno superamento del bicameralismo paritario, che non mortifichi però la sovranità dei cittadini e il ruolo di garanzia e rappresentanza dei territori del futuro Senato, vari gruppi parlamentari concordano – chiarendo – E’ una questione non riducibile ai luoghi comuni di certa politica e di certa stampa su una lotta interna al PD”.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento