venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Annalisa Scarrone
‘Splende’ nelle serate
di Porte di Roma
Pubblicato il 21-09-2015


Annalisa-Porte di romaHa scelto la data d’uscita in radio di “Splende”, il quinto singolo estratto dal suo ultimo album omonimo, Annalisa Scarrone, per un live a Porte di Roma che ha registrato una delle partecipazioni più alte in assoluto probabilmente di tutti i concerti ad ingresso gratuito organizzati nel centro commerciale. Un piazzale colmo di fans che hanno animato e colorato la serata con palloncini gonfiati per l’occasione e distribuiti in loco. Uno spettacolo che ha emozionato molto Nali che ha salutato il pubblico solamente dopo un bel selfie ricordo. E se Annalisa sfrutta parecchio le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie, per questa circostanza ha voluto ricercare una dimensione più familiare, cantando senza l’aiuto di un gobbo, testi scritti o altro. Accompagnata dalla sua band di fiducia, ha voluto trasmettere un’atmosfera di casa, perché quel posto é un po’ come se lo fosse, dato che ha vissuto molti anni a Roma, abitando non lontano da lì. La sua intenzione e il suo sogno poi, ha rivelato, era mostrare le emozioni che sono dietro i brani e da cui nascono. A partire da “Splende”. Per questo ha interagito molto col pubblico, cantando anche a cappella, improntando medley dei suoi più grandi successi quali “Scintille” ad esempio. E suonando persino la chitarra.

Ha la musica nel sangue Nali, che la trascina. Se in tv o nei programmi appare composta, molto equilibrata e posata, dal vivo si trasforma ed è  decisamente più rock e più scatenata. Spinge sulle sue corde, divertendosi a ‘giocare’ con le sue tonalità, dall’estensione all’intensità di una voce che risulta assolutamente raffinata e particolare. A partire dai testi, al suo modo di raccontare temi importanti, al suo stare e presentarsi sul palco. I momenti più alti sono stati quando si è esibita in “Vincerò” e “Una finestra tra le stelle”. Un tripudio di coriandoli colorati riuscito, tanto da fare un bis nel finale prima di andare via, che ha decisamente squarciato il cielo di Roma e disegnato quella finestra, aprendo uno scenario nuovo su vocalità e tematiche originali con il suo modo fine, inedito e delicato di raccontare gli addii, forzati o scelti, accettati o sofferti. Il che rende straordinarie canzoni quali “Un bacio prima di morire” o “L’ultimo addio”, due canzoni eccezionali per profondità e delicatezza. Ma Annalisa non parla solo con sensibilità, usa un timbro personale per non dire unico.; spazia dal pop melodico a sfumature più rock. La sua forza é di riuscire ad emozionare e trascinare il pubblico con pacatezza, rimanendo composta. Classica, ma moderna; è però soprattutto eclettica, amando improvvisare.

Già dal suo look ciò appare chiaro: sul palco ha indossato solamente un vestito semplice a tinta unita, che le segnava il punto vita. Elegante, ma sobrio. E nessun cambio d’abito per lei. Artefice spesso di testi impegnati ed impegnativi, sa renderli freschi, fruibili, moderni. Sofisticata, rende tutto facile, naturale e semplice. Solare, allegra, estroversa, carismatica, senza mai essere sopra le righe o addirittura esibizionista. Ha eseguito cover quanto i più grandi successi di Sanremo, tra cui quelli scritti per lei da Kekko dei Modà. Ripercorrendo la sua carriera, senza tralasciare nessun suo singolo per circa quasi due ore di concerto. Bravo Francesco Silvestre ad interpretare la sua capacità di cantare in ogni luogo qualsiasi pezzo, anche di genere musicale diverso, con la stessa intensità. Un impegno costante che mette Nali nel suo lavoro, che equivale a passione nel comunicare con la gente. Una forte sensibilità la sua, soprattutto nel fare musica, per cui la vedremmo bene in una serata in acustico.

Intanto la musica a Porte di Roma continua con Alexia venerdì 25 settembre prossimo e con Edoardo Bennato a chiudere il giorno dopo le quattro serate live organizzate qui. Tra  gli altri anche Roy Paci, che si è esibito dopo Annalisa il 19 settembre. Di sicuro intanto si è trovato, parafrasando i titoli di alcune delle canzoni più significative di Annalisa Scarrone, un “diamante” che brilla, “splende” e fa “luce” nel panorama musicale: la voce di Nali, un’artista matura e professionale, nonostante abbia solo 30 anni eppure perfettamente attuale essendo nata dal talent “Amici” dove è arrivata seconda alla decima edizione. Forse é per questo che le é stato assegnato il premio della critica offerto da Tezenis al talent condotto da Maria De Filippi.

Barbara Conti

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento