giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dieselgate. In Germania quasi 3 milioni i veicoli truccati
Pubblicato il 25-09-2015


Volkswagen-Winterkorm

L’a.d. dimissionario di VW, Martin Winterkorn

Il ‘dieselgate’ arriva anche in Germania, il Paese originario del colosso automobilistico: sono 2,8 milioni i veicoli in circolazione – tra cui vetture di cilindrata bassa (1.200) e alcuni furgoni – prodotti da Volkswagen su cui è stata accertata la presenza del software che ha truccato i test anti-smog. A dichiararlo è il ministro dei Trasporti tedesco, Alexander Dobrindt. Nel frattempo fonti Ue ha reso noto che il prossimo 6 ottobre si riunirà a Bruxelles il comitato tecnico composto dalle autorità di omologazione nazionali dei 28 Paesi al fine di scambiarsi informazioni sulle indagini in corso in diversi Stati in seguito allo scandalo scoppiato negli Usa, ed emerso lunedì scorso. 

NUOVO A.D. VW – Sul fronte dei vertici del gruppo tedesco, dopo le dimissioni dell’a.d. Martin Winterkorn – cui spetterà una pensione milionaria – e di altri vertici  – oggi è stato nominato il nuovo amministratore delegato che – come da previsioni – è Matthias Mueller, numero uno di ‘Porsche’, la casa che è prima azionista di Volkswagen con il 31,5%.  

CLASS ACTION CONSUMATORI – Sul fronte dei consumatori, oltre a quelli statunitensi, anche quelli italiani intendono esseri risarciti e – al loro fianco – si sono schierate diverse associazioni tra cui ‘Altroconsumo’, ‘Federconsumatori’, ‘Adusbef’ e ‘Adiconsum’. «È indispensabile mettere all’ordine del giorno con la massima urgenza l’entrata in vigore della nuova class action già approvata dalla Camera – hanno evidenziato Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di ‘Federconsumatori’ e ‘Adusbef’ – Uno strumento indispensabile per tutelare in maniera efficace ed incisiva i cittadini coinvolti e per far ottenere loro i dovuti rimborsi. Se qualcuno preferisce avviare la class action negli Stati Uniti faccia pure… noi vogliamo farla in Italia, con una normativa adeguata ed indispensabile. In questi giorni siamo letteralmente subissati dalle richieste di aiuto dei cittadini che temono di essere coinvolti nella vicenda Volkswagen chi ha acquistato o prenotato uno dei modelli in questione sta manifestando tutta la propria preoccupazione».

Siria Garneri 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento