domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Eccoci
Pubblicato il 16-09-2015


La festa Avanti! si è chiusa con un bel risultato. Dobbiamo esserne fieri.
Abbiamo offerto a maggioranza e opposizione un luogo aperto e civile di confronto, dalle riforme istituzionali ed economiche al nodo migranti. Dal nostro palco sono emerse le proposte di modifica delle funzioni del nuovo senato, si sono precisati i contorni della collaborazione con il sindacato, soprattutto con la UIL, sono stati anticipati i temi poi discussi in Europa sull’accoglienza dei profughi.
Si è ritrovato l’intero gruppo dirigente del partito per gridare che i socialisti ci sono e faranno la loro parte.

Proprio durante i dibattiti e durante i lavori del Consiglio Nazionale sono stati approfonditi temi che l’agenda politica autunnale tratterà.

Abbiamo avanzato proposte correttive della riforma del senato (un senato stile Bundesrat) e della legge elettorale (premio di maggioranza esteso ai partiti della coalizione). Abbiamo proposto di utilizzare volontariamente i profughi in servizi di utilità per le comunità locali e di accelerare le procedure di registrazione e di controllo di quanti arrivano in Italia.

Abbiamo gettato le basi per la Conferenza Programmatica di fine ottobre. Abbiamo posto, e forte, la necessità di ridefinire rapidamente la strategia di una sinistra europea partendo proprio dall’Italia. Abbiamo confermato il sostegno alle unioni civili. Abbiamo ripreso rapporti con i radicali in vista di iniziative comuni a partire da Roma. Abbiamo eletto Pia Locatelli nostro capodelegazione alla Camera dei Deputati.

Una festa di lavoro, dunque. E per rinnovare il patto di adesione ad una bella comunità. E’ stata anche l’occasione per accelerare i tempi di iscrizione al partito.
Forza, che c’è bisogno di ciascuno di voi.
In un tempo di profondi cambiamenti, possiamo toglierci qualche sassolino dalle scarpe.

Riccardo Nencini

Riccardo Nencini

Riccardo Nencini

Segretario Psi - viceministro dei Trasporti

More Posts - Website

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Compagno Segretario, il tuo è un ragionamento improntato all’ottimismo. Condivido!
    Credo però che bisogna accompagnare le iniziative decise e condivise nell’ambito della Festa dell’Avanti, con altrettante iniziative a tutti i livelli.
    Spero che tu abbia chiara la situazione esistente a livello periferico del Partito. Io parlo della mia Liguria e se vuoi un poco anche della tua Toscana, dove malgrado l’impegno dei dirigenti del Partito, non si riesce più a coinvolgere adeguatamente i compagni iscritti e simpatizzanti, perché attratti dal canto di varie sirene.
    Riaffermare il primato dei nostri principi deve essere l’imperativo.
    COME?

    • “Riaffermare il primato dei nostri principi. COME”
      Giusto!
      Come militante mi batto affinché i nostri dirigenti la smettano di fare i craxiani fuori tempo. Non sono credibili. Quando è stato il momento di tenere duro si sono squagliati come neve al sole poi negli anni seguenti ci hanno svenduto alla casta. Del Turco a Occhetto, Boselli a Prodi e ora Nencini ci vorrebbe portare da renzi nel pd. Forse se facessimo i Socialisti e tutti i libri che ci hanno consigliato di leggere li mettessero in pratica forse potremo risorgere. Un saluto cordiale. Compagno Luigi Proia per il Risorgimento Socialista.

  2. Caro compagno Segretario consentimi di proporre per la prossima Conferenza programmatica la necessità di ridefinire la strateLIBERALSOCIALISTEgia di una sinistra europea partendo dal PSI mediante la convergenza centripeda delle forze LIBERALSOCIALISTE imboscate anche nel PD ed allargare il tesserame nel PSI dei compagni ed amici sensibili verso il socialismo democratico,laico e cattolico che sono attualmente delusi del PD di Matteo Renzi. Ti saluto con rispetto
    e stima.Manfredi Villani

  3. L’idea di fare risorgere il PSI senza il PSI o contro il PSI è sbagliata e sbagliato è pensare che la politica di Craxi negli anni ottanta sia da buttare. Il socialismo liberale rimane ancora straordinariamente attuale, anche se i contenuti e il rapporto tra i due termini vanno riesaminati. Corbyn, Syriza e Podemos ci portano lungo una via già fallita. Non c’è alternativa al vero riformismo. Occorre ridargli forza e vita.

Lascia un commento