domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Profughi. Il calcio
non resta a guardare
Pubblicato il 07-09-2015


football caresLa terribile situazione dei profughi in Europa (ne arrivano migliaia al giorno, la maggior parte dalla Siria) simboleggiata dall’agghiacciante immagine del povero Alan Kurdi, il bimbo siriano di 3 anni ritrovato senza vita in un spiaggia turca, ha scosso anche il mondo del pallone. In Italia, e non solo, sono scattate infatti diverse manifestazioni di sensibilità. Per fortuna non ci si è fermati alle parole, ma sono arrivati gesti concreti.

‘FOOTBALL CARES’ – Non vince un trofeo dal lontano 2007, ma se venisse assegnato uno scudetto per la solidarietà, quello andrebbe senza dubbio alla Roma. La società giallorossa ha infatti dato vita al progetto ‘Football Cares’, con il fine di “riunire la comunità calcistica internazionale per la raccolta di fondi utili a fronteggiare l’escalation della crisi dei rifugiati”. Sulla stessa scia si sono mossi diversi club della Bundesliga tedesca (il Bayern Monaco ha donato un milione di euro), prendendo decisamente le distanze dai movimenti neonazisti contrari a ospitare i rifugiati, e lanciando sui social network l’hashtag #RefugeesWelcome. Oltre agli aiuti economici, la volontà della Roma è quella di ridurre, o meglio azzerare, in un momento così triste, tutti i comportamenti violenti e antisportivi nel calcio.

Per questo – precisa il club capitolino – ‘Football Cares’ è “un programma che nasce con la speranza di vedere i club e i tifosi mettere da parte ogni rivalità e unire i propri sforzi per destinare fondi ad associazioni benefiche impegnate ad arginare la sempre più crescente crisi umanitaria”. L’UNHCR Italia (Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati), attraverso Twitter, si è pubblicamente congratulato con la Roma, che insieme ad altre società (hanno già aderito la Fiorentina e la Lega di Serie B) metterà a disposizione un sito web dove gli utenti potranno partecipare alle aste benefiche per le donazioni economiche. Per una volta, oltre i colori, il tifo è universamente unito per sconfiggere questa drammatica emergenza. Sarebbe la vittoria più bella.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento