venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il maggiolone verde
Pubblicato il 28-09-2015


Avevo un amico che possedeva una Volkswagen verde. La chiamavamo maggiolone. Era il simbolo di uno che guardava all’Europa, e noi con le nostre cinquecento ci sentivamo inferiori. Poi arrivarono le notizie sugli accordi dell’azienda tedesca coi lavoratori che ci indussero a criticare i nostri sindacati per la loro arretratezza. Insomma dai, che roba, sta marca tedesca che sfornava nuove auto sempre all’avanguardia. Poveri noi, con le nostre Fiat. Adesso è crollato un po’ un mondo. L’efficienza, la tecnologia, la produttività tutto all’avanguardia tranne un piccolo particolare. La mancanza di controlli sugli effetti inquinanti. Quel diesel gate che sta sconvolgendo mezzo mondo. Come? Cioè i tedeschi inquinano con le loro auto e adesso devono ritirarle, producendo effetti negativi anche negli altri paesi sul piano produttivo e dell’occupazione, come sostiene il nostro Padoan? L’infallibile Germania che sviluppa un problema ambientale senza essersene accorta? In molti ridono sotto il naso. I greci riscoprono il loro orgoglio che parte da Omero. E pensano di vincere un nuova guerra di Troia. Gli italiani si rifanno a Leonardo e Galileo. E a due guerre vinte (sia pur passando l’una e l’altra volta coi vincitori). Chi hanno mai avuto i tedeschi prima della Volkswagen? Kant, Hegel, Marx, Einstein? Noi abbiamo Marchionne, signori, e dobbiamo proprio accontentarci..

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Non è solamente la questione Volkswagen che mi rende diffidente nei confronti dei tedeschi. Che dire delle politiche agricole.
    delle regole sugli alimenti?
    Pensate che Madre Teresa Merkel mantenga la sua annunciata politica dell’accoglienza se cambieranno le condizioni occupazionali nel settore auto, dopo la scandalosa truffa che non ha precedenti in nessuna parte del Mondo?
    Anche in questo sono i più bravi!

Lascia un commento