venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Moda 2015.
Il trionfo del colore
Pubblicato il 24-09-2015


Moda 2015Quando l’estate inizia a lasciare posto all’autunno allora, per esperti e non, è il momento di cominciare a parlare seriamente di moda invernale, ovvero quella che andrà a caratterizzare i nostri outfit nella prossima stagione fredda 2015-2016. In realtà i “giochi” rispetto a ciò che indosseremo il prossimo inverno, sono belli che fatti già dall’inizio della scorsa estate quando i grandi marchi hanno presentato le loro proposte sulle varie passerelle tra Roma, Milano e Firenze, ma adesso che, come detto, siamo a breve distanza dal famigerato “cambio di stagione” nel nostro armadio, si comincia a far sul serio.

Ebbene parlando tendenze moda per l’inverno 2015-2016 non si può non iniziare con una notazione che riguarda “il colore” nel senso più ampio del termine. Sì perché finiti gli inverni cupi e forse anche a voler esorcizzare quella crisi economica che ora sembra volerci lasciare, in questo inverno finalmente la moda tornerà ad essere colorata senza voler per forza imbracciare il cilicio della sobrietà che si era portata addosso negli altri anni.

Un colore che, in molti casi prende forme animali come visto nelle soluzioni di Cèline, che propone un soprabito zebrato a strisce orizzontali da affiancare ad una borsa dalle stesse cromaticità, o come fa Dior che segue per certi versi le strisce di Cèline ma le propone a mo’ di cuissard, sfruttando tutta la tavoletta di colori dal rosa al verse passando addirittura per il marrone. Una storia simile a quella di Miu Miu che per il prossimo inverno propone un abbinamento che farà rabbrividire gli animalisti più integerrimi con cappotto e abito pitonati.

Tanto colore sugli abiti del prossimo autunno / inverno vorrà dire tanta attenzione nei lavaggi; con quello che costano certi capi! I materiali infatti saranno molto delicati e perciò, proprio in vista di questa nuova e multicromatica “generazione” di abiti che si apprestano ad entrare nel nostro armadio, è consigliabile dotarsi anche degli strumenti giusti per la loro cura e detersione, primi ed immancabili i mitici foglietti acchiappacolore che potrete acquistare semplicemente anche online, e che andranno utilizzati durante i lavaggi in lavatrice.

Quello della detersione non sarà invece un problema le borse che andranno di moda durante il prossimo autunno / inverno 2015 – 2016. Si perché i materiali scelti sono in genere molto resistenti; Calvin Klein ad esempio ha proposto nella sua collection una borsa grande e spaziosa con tracolla a mo’ di catena con colorazioni molto scure e quindi tendenzialmente molto resistenti come il verde, il nero, il viola, il petrolio ed il marrone.

Per quanto riguarda gli abiti si torna un po’ al discorso iniziale sul trionfo del colore.

Colore che viene spalmato all’interno d forme che faranno un po’ “donna in carriera in pieno stile anni 80”. Lo abbiamo visto sulle bande verticali su base gialla di Salvatore Ferragamo, lo abbiamo visto sul quadrettato multicolore della maglieria di Balmain, e lo vedremo in maniera plastica nel tubino a colorazione diagonale proposto da Jil Sander, che sembra essere stato “congelato” 30 anni fa su una passerella di New York e portato ai giorni nostri.

Parliamo infine di accessori e di orecchini in particolare. E lo facciamo perché proprio le proposte in fatto di accessori confermano un’ultima volta, laddove ce ne fosse ancora bisogno, il focus sul colore “unlimited” per le proposte moda donna per il prossimo autunno inverno. Pensiamo ad esempio a quanto “combinato” da Riccardo Tisci per Givenchy che sulle passarelle ha portato modelle con pendenti color argento giganti appesi a collane che invece di girare intorno al collo gireranno direttamente intorno alla testa, tra la bocca ed il naso.

Elisa Leuteri 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento