sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Serie A. L’Inter è Guari-ta:
derby e primo posto
Pubblicato il 14-09-2015


GuarinI nerazzurri si aggiudicano il derby della Madonnina grazie alla vittoria 1-0 sul Milan: decide un gol di Guarin. I rossoneri si consolano con il buon esordio-bis da parte di Balotelli. Juventus e Napoli ancora a rilento: solo un pareggio contro Chievo ed Empoli. Bene Roma e Lazio nella giornata dei 2-2 (ben quattro).

PUNTEGGIO PIENO – Vale doppio la vittoria dell’Inter nel derby contro il Milan: i 3 punti permettono, infatti, alla squadra di Mancini di volare da sola in testa alla classifica a punteggio pieno. I rossoneri possono recriminare per la ghiotta occasione sprecata da Luiz Adriano dopo nemmeno 2’, ma nel complesso sono apparsi con poca qualità a centrocampo e poca spinta sulla fasce. Bene, quasi a sorpresa, Balotelli (entrato dopo un’ora di gioco) che ha impensierito il portiere interista Handanovic in un paio di occasionI, centrando anche un palo. E’ presto per allarmarsi, ma la squadra di Mihajlovic è già al secondo ko e si fa fatica a vedere un gioco divertente e propositivo. Dall’altra parte c’è un Inter decisamente cambiata rispetto alla passata stagione: fin qui nessuna sbavatura difensiva (punto debole dello scorso anno) e grande cinismo. Proibitivo parlare già di scudetto, ma Mancini può sicuramente contare su un gruppo con molta qualità e senza la distrazione delle Coppe europee.

CRISI JUVE – Chi invece non riesce proprio a carburare è la Juventus di Allegri. Dopo un avvio stentato (due ko in due partite), tutti si aspettavano, dopo la sosta, una vittoria casalinga contro il Chievo. E invece è arrivato un deludente 1-1 al termine di una prestazione con poche luci e tante ombre. La squadra ha perso molti leader (Pirlo su tutti), è vero, e sono arrivati tanti volti nuovi: siamo probabilmente all’inizio di un nuovo ciclo, ma questo non può costituire un alibi all’infinito. Anche perché ora è tempo di Champions League. A tal proposito, la Roma (che mercoledì ospiterà all’Olimpico il Barcellona di Messi) arriva decisamente più in salute grazie alla vittoria 2-0 sul campo del Frosinone (reti di Iago Falque e Iturbe). Fallito il primo tentativo di far giocare insieme Totti e Dzeko, entrambi impalpabili, ma Rudi Garcia può sorridere: i giallorossi sono nettamente i favoriti per lo scudetto.

2-2 DAY – Da spettatore neutro un risultato come il 2-2 è forse il migliore da aspettarsi prima di assistere ad una partita: si vedono tanti gol e nessuna squadra prevale sull’altra. Beh, in questa domenica di 2-2 ce ne sono stati ben 4: prima quello tra Verona e Torino all’ora di pranzo, successivamente quelli tra Empoli-Napoli, Palermo-Carpi e Sassuolo-Atalanta. Tre punti, invece, per Lazio e Fiorentina, che hanno battuto in casa rispettivamente Udinese (2-0 nel segno di Matri, autore di una doppietta) e Genoa (1-0 con la firma di Babacar). Il maltempo a Genova non ha permesso lo svolgimento di Sampdoria-Bologna.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento