martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Adozione. Ancora esclusi single e coppie di fatto
Pubblicato il 15-10-2015


Affido temporaneo-gayCon un voto bipartisan alla Camera, dopo il via libera al Senato, si introduce una corsia preferenziale per le adozioni da parte delle famiglie che hanno avuto in affido minori in stato di abbandono e adottabilità, tutto questo è stato possibile grazie a una norma che si chiama “diritto alla continuità affettiva dei bambini in affido familiare”. Un norma scontata, anche se nel nostro Paese sono passati ben quindici anni perché si arrivasse ad una legge che permetterà, da domani, anche ai genitori dell’affido di “concorrere” all’adozione del bambino preso in adozione.

La norma anche se positiva, contiene comunque un limite, ovvero l’esclusione per i single e le coppie di fatto. “Questa proposta di legge, riconoscendo alle famiglie una corsia preferenziale all’adozione, vuole soprattutto impedire che ad un primo trauma se ne aggiunga un secondo. Ma parliamo solo di famiglie affidatarie. Escludiamo le coppie e le famiglie di fatto, escludiamo i singoli e le singole affidatarie, cioè esercitiamo una differenza, per quanto riguarda una discriminazione, per il diritto alla continuità affettiva. Si escludono delle famiglie, ma di fatto escludiamo da questo diritto alla continuità affettiva alcuni minori e questo davvero non ci sembra giusto. Ci sembra una discriminazione”. Lo ha detto Pia Locatelli nel corso della dichiarazione di voto sulla legge sul diritto alla continuità affettiva dei bambini e delle bambine in affido familiare.

“A noi sarebbe parsa la cosa migliore apportare qui questi cambiamenti e prevedere un rapido passaggio al Senato. Dopo tutto, tutti, ma proprio tutti, siamo d’accordo sul principio della continuità affettiva. Avremmo davvero fatto un’ottima legge. Ci accontentiamo di una legge che migliora la condizione di una parte di questi bambini e di queste bambine, soltanto una parte, e per questo approviamo sì questa proposta di legge, ma lo facciamo a malincuore.

Liberato Ricciardi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento