lunedì, 5 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Canada. Torna la sinistra
con la ‘casata’ Trudeau
Pubblicato il 20-10-2015


Canada-Trudeau

Justin Trudeau

Svolta inattesa e a sinistra per il Canada con il partito liberale di Justin Trudeau, futuro premier, che ha sconfitto i conservatori del premier uscente Stephen Harper, il quale si è già dimesso dalla guida del partito.

Finisce così dopo ben 13 anni il dominio del partito di centrodestra guidato da Harper, in carica dal 2006. I liberali hanno ottenuto, secondo le prime proiezione anche la maggioranza assoluta: 170 seggi sui 338 del Parlamento di Ottawa.

Trudeau, è figlio d’arte, suo padre Pierre, scomparso nel 2000, è stato due volte premier, ma se con la sua elezione il Paese nordamericano si appresta a cambiare volto, dall’altro non poco “pesa” il cognome che porta. Anche se resta da precisare che il professore quarantatreenne è stato molto abile nel riuscire ad approfittare della pessima congiuntura economico-politica in cui si è trovato il suo avversario e a portare il partito dei liberali da terzo (nelle precedenti elezioni) a vincitore assoluto.

Liberal Party leader Justin Trudeau gives his victory speech after Canada's federal election in Montreal

La sua vittoria arriva anche a discapito del NPD, un crollo per il New Democratic Party che è per tutti una vera sorpresa. Lo Ndp di Tom Mulcair passa dall’essere il secondo partito di opposizione, al terzo posto, con un crollo dei consensi. Alle scorse elezioni aveva 96 seggi, mentre stavolta non dovrebbe andare oltre i 36.

Liberato Ricciardi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento