sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Dieselgate. Lo scandalo
si allarga anche in Italia
Pubblicato il 22-10-2015


Wolksvgen-DieselgateSecondo indiscrezioni il cosiddetto dieselgate potrebbe allargarsi anche a un modello di motore diverso da quello incriminato (EU5 tipo EA 189): sembra infatti che anche sui motori EA288 euro 5 – utilizzati a partire dal 2012 – possa essere stato montato il software che permetteva di truccare i test sulle emissioni. Sembrano invece esclusi i motori euro 6. Nel frattempo, l’amministratore delegato, Matthias Mueller ha reso noto che la casa tedesca dovrà affrontare una spesa forse superiore ai 6,5 miliardi di euro previsti per fronteggiare lo scandalo. Nel nostro Paese saranno quasi 710 mila le automobili richiamate, circa 60 mila in più rispetto a quanto annunciato in precedenza.

MULLER: FORSE MAGGIORI ACCANTONAMENTI – L’a.d. del colosso automobilistico ha fatto sapere che c’è la possibilità che gli accantonamenti siano «superiori ai 6,5 miliardi di euro stimati al momento per coprire i costi da sostenere a causa della truffa sulle emissioni se lo scandalo avrà ricadute negative sulle vendite». «I 6,5 miliardi si riferiscono ai richiami» ha detto Mueller ai giornalisti dopo una visita al quartier generale di VW a Wolfsburg. «Posso solo fare delle ipotesi su possibili ulteriori accantonamenti. Se ci fosse un cambiamento dei volumi di vendite, reagiremmo in maniera rapida».

I RICHIAMI IN ITALIA – Sul fronte italiano, i veicoli richiamati nel nostro Paese – sulla base dell’azione di richiamo disposta a livello europeo – saranno quasi 710 mila, circa 60 mila in più rispetto a quanto annunciato in precedenza. Questa differenza – si legge in una nota della filiale italiana – è «dovuta all’inclusione volontaria nell’azione di richiamo di tutti i veicoli equipaggiati con motore EA 189, indipendentemente dallo standard di emissioni cui appartengono». Ciò significa che non sono coinvolti solo gli EA 189 euro 5, ma anche quelli euro 4. Nel dettaglio i modelli del richiamo italiano sono: 385.694 veicoli Volkswagen; 231.729 Audi; 35.343 Seat; 39.598 Skoda e 17.348 veicoli VW commerciali.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento