domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

L’Identità territoriale
nella dimensione europea
Pubblicato il 20-10-2015


Convegno Volpicelli relatori e premiatiCon lo slogan “Proporre, Fare, Riflettere”, a Villalago, nelle gole del Sagittario in Abruzzo, si è parlato nel XIX Convegno intitolato all’educatore Luigi Volpicelli di “Identità territoriale nella dimensione europea”. Tre giorni intensi, dal 16 al 18 ottobre scorsi, nei quali i relatori si sono adoperati a mettere in luce le diversità etniche a cui la scuola, soprattutto la primaria, deve far fronte per educare ed integrare fra loro un’ infanzia dal colore e dalle origini diverse.

I professori che si sono avvicendati, tutti ex direttori didattici o insegnanti che hanno passato la loro vita come docenti, affrontando e descrivendo realtà complicate senza risorse, con scarsi mezzi materiali di  supporto che abbiano dato loro la possibilità di essere educatori moderni fino in fondo, salvaguardando le radici dei ragazzi e la loro identità relativa all’appartenenza e al territorio sul quale sono nati e formati nei primi anni della loro educazione infantile.

Tutti i relatori, a cominciare dal prof. d’Alfonso, presidente del convegno, per passare a Di Ianni, che ha aperto i lavori, e via via a Cristofaro,  Leonio, Frigioni, Molinelli, Fantauzzi, Del Signore, Di Paolo , Setta, Blezza, Barone, Nuzzaci ed altri, per finire ai coordinatori Di Matteo e Di Ianni hanno dato il loro contributo con  un linguaggio pedagogico ineccepibile, lasciando alla lingua italiana un ruolo fondamentale nella formazione culturale, non eludendo la parte dialettale relativa alla loro appartenenza, che proprio nel logos ne esplicita la prima identità.

Senza l’A.I.M.C. (Associazione Italiana Maestri Cattolici), della quale Enea Di Ianni è presidente, con il patrocinio fattivo dei comuni di Celano, Villalago e Sulmona e con l’appoggio dell’Università dell’Aquila, Dipartimento di Scienze e Area Scienze della Formazione tutto questo non si sarebbe realizzato. Un calendario di lavori intenso a latere del quale è stata allestita una mostra di libri per bambini dell’Associazione “Libris in fabula”, procedendo poi all’assegnazione di attestati di merito alle scuole abruzzesi e alla premiazione dei vincitori di un concorso di poesia indetto fra i ragazzi delle elementari.

La presenza spirituale di Luigi Volpicelli ha aleggiato  per tutto il convegno. Nato nella terra “ove il bel si suona” (Siena 1900 – Roma 1983), è stato discepolo di Giovanni Gentile e professore di pedagogia nella facoltà di Magistero dell’Università di Roma per lunghissimi anni (1939 – 1970). Condirettore della rivista “I diritti della scuola”,  dal 1950 ha diretto l’enciclopedia “Biblioteca dell’educatore”, oltre ad aver all’attivo pubblicazioni pedagogiche che sono ancora il cardine dell’educazione minorile.

Alla domanda cosa è l’Aimc in particolare, risponde così il suo presidente ed ex direttore scolastico: “è un’associazione che mette insieme insegnanti cattolici, ma insegnati elementari soprattutto. Non è qualcosa che ha a che fare con la politica né con i partiti politici, è un’associazione professionale ispirata ai principi del cattolicesimo. Ci si incontra sistematicamente a Sulmona nella nostra sede associativa in Corso Ovidio 108 per confrontarci e discutere del nostro ‘fare scuola’. Il costo dell’iscrizione è minimo, accessibile ad un maestro di scuola elementare e con l’iscrizione si ha diritto a ricevere il giornale dell’Associazione, ‘Il  Maestro’”.

Al termine si è parlato di nuovi ponti ideali, morali, di sostegno sui quali far transitare la crescita pedagogica del  fanciullo che è al centro di ogni attività formativa. Si è sviscerato anche l’uso degli strumenti digitali in classe e del loro beneficio-maleficio se usati  con morbosa dipendenza. L’appuntamento è all’anno prossimo con il ventennale del convegno.

Guerrino Mattei

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento