venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Notizie in breve
Pubblicato il 08-10-2015


Ddl “Istituzione dell’ordine professionale dei chimici e dei fisici” a prima firma Buemi 
Il senatore del Psi, Enrico Buemi ha presentato un disegno di legge “al fine di prevedere il riconoscimento della figura professionale del chimico attraverso  l’istituzione dell’Ordine professionale dei chimici e dei fisici, che sostituirebbe l’attuale Ordine professionale dei chimici”. Per Buemi “dare una chiara e precisa definizione della figura del fisico professionista significa sia andare incontro alle esigenze del mondo del lavoro, consentendo ai chimici e ai fisici di competere sullo stesso livello con altre figure professionali, sia assicurare all’utenza che tali professionisti sono dotati di adeguate preparazione e qualificazione, anche in termini di aggiornamento continuo”.
Energia: Pastorelli (Psi), bollette anomale grave problema, intervenire subito
Roma, 6 ottobre 2015 – “Quello delle bollette ‘anomale’ per i servizi di fornitura di luce e gas è un problema grave sul quale bisogna intervenire una volta per tutte. Tali imposte, infatti, incidono fortemente sul costo della vita, con gravissimo danno per il ceto medio e quello meno abbiente”. Lo afferma Oreste Pastorelli, deputato del Psi, nel corso della dichiarazioni di voto sulle mozioni concernenti iniziative per la tutela dei diritti dei consumatori nei confronti degli operatori del mercato dell’energia elettrica e del gas. “C’è urgente bisogno – sottolinea – di un intervento che ridisegni a livello nazionale l’intero sistema di tutele del consumatore e al tempo stesso ponga in capo ai distributori precisi oneri di trasparenza nella gestione e nella fatturazione delle forniture. Dunque la mozione in esame, che impegna il Governo a farsi promotore di iniziative che perseguano questi obiettivi, rappresenta un primo passo verso una maggiore tutela degli utenti”.
Pascale (Psi): Mondadori acquisisce Rcs libri. Un bavaglio alla cultura italiana – “L’acquisizione della Rcs Libri da parte della Mondadori crea un colosso della editoria libraria che esprime più del 40% dei titoli in commercio, controlla il canale della distribuzione e governa un’ampia fetta della vendita al dettaglio. Dal punto di vista della democrazia è una cosa inconcepibile. Si dà nelle mani di un solo soggetto una posizione dominante praticamente inattaccabile, che va ad informare di se e a controllare non solo il settore economico, ma anche la cultura italiana, decidendo chi scrive, come scrive e cosa scrive” così Mario Michele Pascale, responsabile Cultura Federazione di Roma del PSI, nonché presidente dell’associazione ‘Spartaco’. “Alla fine di questo processo di verticalizzazione per gli editori indipendenti e per gli intellettuali non allineati alle politiche editoriali e culturali di Mondadori – continua Pascale – non resterà altro che l’anonimato ed il silenzio, perversamente declinati dal fatto che nessuno vieterà di stampare libri, ma sarà solo impossibile editarli, distribuirli e venderli. Compito delle forze progressiste è far si che questo disegno perverso venga arginato. Che l’antitrust intervenga, con la dovuta forza e determinazione” conclude l’esponente socialista.

 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento