giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Germania, nuovo scandalo: comprò la Fifa nel 2006
Pubblicato il 16-10-2015


Germania-Mondiale 2006-voti comprati

La Germania avrebbe comprato 4 voti decisivi della Fifa per organizzare i Mondiali del 2006. La notizia clamorosa è stata rivelata dal settimanale “Der Spiegel”. Secondo lo Spiegel sarebbero sarebbero stati utilizzati fondi neri del comitato presieduto da Franz Beckenbauer mentre il n.1 della Federcalcio, Wolfgang Niersbach, ha ammesso irregolarità per un pagamento di 6,7 milioni alla Fifa.

“Al momento – dichiara la Federcalcio tedesca – non ci sono indicazioni di irregolarità o che il voto di alcuni delegati Fifa sia stato comprato”. Finora non ci sono prove che ci siano stati comportamenti scorretti nel processo di assegnazione alla Germania della competizione mondiale ma, i dubbi sul sistema di governo del calcio non mancano, viste le inchieste americane ed elvetiche che hanno portato alla luce un sistema corruttivo senza precedenti e che potrebbe mettere a rischio anche i campionati mondiali in Russia e nel Qatar nel 2018 e nel 2022.

La Federcalcio tedesca si è mossa solo dopo le notizie pubblicate sulla stampa e in particolare da “Der Spiegel”, secondo cui il comitato promotore avrebbe creato un fondo nero nel quale sarebbero confluiti soldi versati dall’ex Ceo di Adidas, Robert Louis Dreyfus giusto prima della decisione del 6 luglio 2000 della Fifa di assegnare la Coppa del Mondo alla Germania. La decisione superò di appena un voto, 12 voti a 11, il favorito Sudafrica. I soldi della ‘mazzetta’ sarebbero finiti nelle tasche dei quattro rappresentanti asiatici del comitato esecutivo che decide l’assegnazione.

Certo è che la notizia assesta un altro colpo durissimo alla credibilità internazionale della Germania dopo la doppietta di due scandali non meno clamorosi, quello della Volkswagen con le centraline truccate per imbrogliare i controlli antinquinamento e quello della Germanwhings/Lufthansa, quando si scoprì, dopo il tragico sucidio del pilota Andrea Lubitz che fece precipitare il suo aereo con 150 tra passeggeri ed equipaggio, che i controlli medici sul personale erano inattendibili. Due scandali che hanno chiamato in causa il ‘sistema Paese’, mettendone in discussione la credibilità internazionale come mai prima d’ora era avvenuto.

E, paradossalmente, questo del calcio potrebbe fare ancora più danni sul piano della credibilità se si tiene conto di quanto pesi nell’opinione pubblica tedesca ed europea, il gioco del calcio.

Comunque la corruzione non portò fortuna alla Germania. L’Italia vinse infatti la finale, contro la Francia, dopo aver sconfitto nella semifinale ai tempi supplementari la squadra ospitante per 2 a 0.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento