mercoledì, 7 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ruby ter, per Berlusconi nuova mazzata giudiziaria
Pubblicato il 01-10-2015


Berlusconi_ruby_terIl gip di Milano Stefania Donadeo, accogliendo la richiesta dei pm, ha chiesto al Parlamento l’autorizzazione all’utilizzo di 11 intercettazioni tra Silvio Berlusconi e due giovani ospiti di Arcore nel procedimento cosiddetto ‘Ruby ter’. Una notizia davvero pessima che arriva il giorno dopo il compleanno (79 anni) di Berlusconi e proprio nel giorno dedicato agli anziani. La decisione colora di nero qualunque previsione legata al terzo processo legato allo scandalo di Ruby Rubacuori, – il vero nome è Karima El Mahroug – l’ex minorenne marocchina che frequentava le ‘cene eleganti’ della Villa di Arcore. Nelle intercettazioni Berlusconi chiedeva a una delle ragazze da lui ospitate in un complesso residenziale di sua proprietà in via Olgettina, da qui il nome di ‘olgettine’ riferito alle ragazze ospiti anch’’esse delle ‘cene eleganti’ – di convincere l’altra a non testimoniare nel processo ‘Ruby bis’. Da qui l’accusa all’ex Presidente del Consiglio di corruzione in atti giudiziari per aver, in sostanza continuato a pagare le ‘olgettine’ per ottenerne il silenzio. Nei prossimi giorni, la Procura chiederà il rinvio a giudizio di Berlusconi e degli altri 33 indagati.

Una mazzata giudiziaria che può mettere una pietra tombale definitiva sul futuro politico di Berlusconi proprio mentre il leader di Forza Italia annunciava la sua intenzione di ritornare in pubblico nel tentativo di risollevare le sorti di un partito allo sbando.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento