domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Riccardo Rompietti:
Vecchi i manifesti pro-Putin del FN
Pubblicato il 08-10-2015


Gentile direttore Del Bue,
abbiamo sempre stimato la professionalità dell’Avanti e del vostro lavoro, siamo pertanto rimasti stupefatti che abbiate pubblicato sul vostro sito un articolo pieno di falsità e ingiurioso nei confronti del nostro Comitato. Ci riferiamo all’articolo a firma del Sig. Carlo Correr pubblicato il 6-10-2015, dal titolo “Putin italian fan club”.
I manifesti del Fronte Nazionale che senza alcun fondamento si cerca di associare alla manifestazione da noi organizzata – sono stati affissi a Roma non qualche giorno fa, come subdolamente si cerca di far credere nell’articolo, ma più di due anni fa, quando il nostro Comitato non era neanche nato; bastava fare una banalissima ricerca in rete per scoprirlo.
Auspichiamo una vostra pronta collaborazione per correggere o rimuovere l’articolo.
Cordiali saluti,
Riccardo Rompietti del Comitato Italia-Russia


Gentili signori,
che il Fronte Nazionale sia un sostenitore del leader russo Vladimir Putin, anche se quei manifesti sono stati affissi prima della manifestazione, non è un mistero. Proprio nell’articolo da voi citato, il segretario nazionale del FN, Adriano Tilgher, afferma: «Putin  ha assunto posizioni coraggiose, contro la potentissima lobby gay che, con un’azione capillare, punta quasi a colpevolizzare chi omosessuale non è, e contro le centrali finanziarie mondiali che vogliono la guerra in Siria. Noi stiamo con Putin, senza se e senza ma: un attacco in Siria aprirebbe le porte a un conflitto mondiale e la posizione russa rappresenta un argine contro l’irresponsabilità di Obama e di tutti i guerrafondai».

Fa impressione la vostra protesta per una questione di date sull’affissione dei manifesti piuttosto che per le posizioni dei neofascisti italiani e per il sostegno che danno al presidente della Russia. Su questo sembra che non mostriate alcun imbarazzo. È invece da questa gente che dovreste prendere pubblicamente le distanze per evitare passati, presenti e futuri accostamenti con la vostra attività di propaganda.
Potreste anche censurare l’omofobia e l’islamofobia dei messaggi di tutta l’estrema destra, non solo di quella italiana, ma anche di quella europea. Quanto alla guerra in Siria, oggi è Putin che bombarda e fa la guerra, ma questo è un altro discorso…
Carlo Correr

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento