venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Un premio letterario
in memoria di Negri
Pubblicato il 28-10-2015


Guglielmo Negri, intellettuale e civil servant cui è dedicato il Premio Montecitorio per la saggistica

Guglielmo Negri, intellettuale e civil servant cui è dedicato il Premio Montecitorio per la saggistica

Istituito dal Circolo Montecitorio, in collaborazione con l’Associazione ex Parlamentari, con il patrocinio della Camera dei Deputati e dell’università ‘La Sapienza’ – il ‘Premio per la saggistica Montecitorio Guglielmo Negri’ è stato concepito e realizzato da Luigi Tivelli, segretario del Premio e consulente della Camera per i progetti culturali, dopo un’attività trentennale di consigliere parlamentare. «Quest’anno – esattamente il 18 ottobre – ricorre il quindicesimo anniversario dalla scomparsa di Negri, il primo illustre Presidente del Circolo» spiega all’Avanti! Tivelli. «Grand Comis di Stato, giurista, storico, professore, saggista e scrittore, Negri – ricorda il segretario del Premio – era soprattutto un intellettuale a tutto tondo prestato al servizio dello Stato. Sia come intellettuale che come servitore dello Stato, che come uomo innamorato della politica alta, apparteneva ad una specie purtroppo in via di estinzione».

A partire dallo scorso maggio sono stati presenti diversi libri di saggistica politica e culturale tra cui ‘La piccola eguaglianza’ di Michele Ainiis, ‘Roma Mafiosa’ di Giancarlo Capaldo, ‘Cuccia e il segreto di Mediobanca’ a cura di Giorgio la Malfa e ‘Il potere delle donne’ di Maria Latella. «Il prossimo 9 novembre, presso la Sala del Refettorio della Camera, sarà presentato il libro ‘Ingrati. La sindrome rancorosa del beneficiato’ della psicologa e psicoterapeuta Maria Rita Parsi »- ricorda Tivelli – «cui parteciperanno il rettore de ‘La Sapienza, Eugenio Gaudio e l’ex ministro, Maria Stella Gelmini». I libri fuori concorso – presentati durante il ciclo di eventi – sono ‘Solidarietà. Un’utopia necessaria’ di Stefano Rodotà, ‘Reset Italia. Un progetto globale per il Paese’ scritto a quattro mani da Giovanni Brauzzi e Luigi Tivelli e ‘Una certa idea dell’Italia. Cinquant’anni tra scena e retroscena della politica e dell’economia’ di Lamberto Dini (con Luigi Tivelli) presentato lunedì scorso. «Entro la prima metà di dicembre – racconta il segretario del Premio – si svolgerà la cerimonia di consegna del cosiddetto ‘Premio della Giuria’ che sarà consegnato dalla presidente della Camera, Laura Boldrini». La scelta del libro vincitore è affidata a una Giuria cui sovraintende un Comitato d’onore formato da personalità autorevole legate al percorso istituzionale e culturale  di Negri. L’appuntamento – per la seconda edizione – è previsto per il prossimo gennaio.

Silvia Sequi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento