lunedì, 5 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Brutta domenica
per Roma e Lazio
Pubblicato il 02-11-2015


Inter RomaL’Inter vince 1-0 la sfida al vertice contro la Roma, il Milan passa 3-1 all’Olimpico contro la Lazio. I nerazzurri di Mancini sono in testa alla classifica con la Fiorentina. Incubo granata nel derby di Torino: come un anno fa, vince 2-1 la Juventus nei secondi finali. Ottimo esordio per Donadoni sulla panchina del Bologna.

SCHERZETTO MEDEL – Nella notte di Halloween l’Inter fa lo scherzetto alla Roma grazie al giocatore che non ti aspetti: è infatti il cileno Gary Medel a decidere la grande sfida di San Siro. Primo gol nella sua esperienza nerazzurra per il ‘Pitbull’, mentre il portiere polacco Szczesny non è esente da responsabilità, come ammesso dal suo allenatore Rudi Garcia. L’Inter di Mancini magari non diverte, ma è tremendamente solida e cinica e dopo 11 giornate non può essere un caso che sia in testa al campionato. Primato che Handanovic e compagni dividono con la Fiorentina che, sotto gli occhi di Matteo Renzi presente allo stadio Franchi, rifila un poker al Frosinone nel match dell’ora di pranzo. La sfida incrociata Milano-Roma sorride al 100% alla città meneghina grazie al 3-1 che il Milan rifila all’Olimpico alla Lazio, finora sempre vittoriosa tra le mura amiche. Per i rossoneri di Mihajlovic è il terzo successo consecutivo, il passaggio al modulo 4-3-3 (seppur non amato dal presidente Berlusconi) sta dando i suoi frutti.

DERBY ALLA JUVENTUS – Dolorosissimo deja vu per i tifosi del Torino che, a quasi un anno di distanza, rivivono praticamente un replay del derby vinto dalla Juventus in casa un anno fa. Come nello scorso campionato, i bianconeri vincono 2-1 e lo fanno all’ultimo minuto di recupero. Cambia il match-winner: ieri Pirlo, oggi Cuadrado, entrato in campo dopo 10’ per l’infortunato Khedira. Può essere la svolta (soprattutto psicologica) per gli uomini di Allegri, alle prese con una discontinuità in Serie A che li rende ancora lontani dalla zone che contano. Comprensibile delusione per l’allenatore granata Ventura: lui e tutti i tifosi granata avranno fatto fatica a prendere sonno.

NAPOLI FERMATO A MARASSI – Si segna poco domenica pomeriggio. Ben 3 partite su 4 finiscono 0-0, tra cui la sfida di cartello tra Genoa e Napoli. I liguri di Gasperini interrompono così la serie di 5 vittorie consecutive degli azzurri, grazie soprattutto alle parate del portiere Perin. Reti bianche anche in Udinese-Sassuolo e Carpi-Verona (veneti unica squadra ancora a secco di vittorie), mentre non poteva esordire in maniera migliore Roberto Donadoni sulla panchina del Bologna: i felsinei vincono 3-0 al Dall’Ara contro l’Atalanta. Da segnalare la prima rete stagionale di Mattia Destro. Lunedì in programma i posticipi Chievo-Sampdoria alle 19 e Palermo-Empoli alle 21.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento