venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Fisco, via libera definitivo
dl sul rientro dei capitali
Pubblicato il 13-11-2015


Evasione capitaliL’Aula della Camera ha definitivamente approvato con 251 sì, 69 no e 4 astenuti il decreto legge con le misure di finanza pubblica  riguardanti, tra l’altro, il rientro dei capitali. Il provvedimento non ha subito modifiche rispetto all’articolato  approvato dal Senato. Il Dl proroga il termine per accedere alla ‘voluntary disclosure’ al 30 novembre 2015 e concede la possibilità di integrare l’istanza con documenti ed informazioni entro il 30 dicembre 2015. Le maggiori entrate attese dalla procedure di  rientro dei capitali detenuti all’estero verranno utilizzati per evitare l’aumento dell’accisa dei carburanti previsto per quest’anno dalla clausola di salvaguardia inserita nella Legge di stabilità 2015. Clausola destinata a scattare a  seguito della bocciatura da parte dell’Ue del meccanismo Iva  di ‘reverse charge‘ nella grande distribuzione alimentare.

Tra le modifiche apportate al testo in prima lettura figura l’assoggettamento ad aliquota del 5%, ai fini delle imposte dirette, anche le prestazioni erogate dai diversi enti o istituti svizzeri di prepensionamento.

Per i socialisti, nel corso della dichiarazione di voto finale, è intervenuta Pia Locatelli che ha sottolineato nell’Aula della Camera il rapporto di lealtà che il Psi al governo. “La componente socialista – ha detto – è alleata leale di questo governo e gli rinnoverà la fiducia confermando il proprio sostegno. Abbiamo votato convintamente a favore di molti provvedimenti, su altri siamo stati critici, su altri ancora pensiamo che si poteva fare di più e meglio. Lo affermiamo perché siamo convinti che il ruolo di un alleato leale non possa essere semplicemente quello di approvare tutto, ma anche quello di suggerire e stimolare, contribuendo a migliorare la qualità dell’azione del governo che sosteniamo e, quando necessario, dissentire”.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento