venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il PSI c’è – di Luigi Iorio
Pubblicato il 06-11-2015


Conferenza programmatica Psi. Buona la prima. Era difficile immaginare un esito migliore. L’esperimento politico si è rivelato vincente. Centinaia di delegati e di invitati presenti in due giorni di intenso lavoro. Era tempo che non accadeva. La voglia di partecipare e di esprimersi era forse più forte di quanto si potesse immaginare.

La critica si sa, è sempre dietro l’angolo, ma la strada intrapresa è davvero quella giusta. È la nostra proposta di fare e di interpretare la politica del nuovo millennio.
Le spirali della nostalgia sono pericolose. Per questo abbiamo abbandonato l’immagine dei reduci e del tempo che fu e al noioso schema della convention nazionale abbiamo preferito anteporre il protagonismo dei militanti, le istanze e le richieste dei nostri territori al concreto bisogno di cambiamento.
Per la prima volta abbiamo provato a instaurare una connessione reale con il mondo dell’associazionismo, della cultura, del lavoro per consentire a tutti di intervenire, confrontarsi, proporre in uno spazio libero che non è di tutti. Nessuno ha mai osato tanto. Quanti sono i partiti che oggi danno la parola ai loro iscritti per definire un programma?

La differenza rispetto al passato sta nella diversità della nostra iniziativa. Non nascondiamoci dietro un dito e lasciamo a casa i rancori, la nostra conferenza programmatica è stata un successo, l’occasione per dimostrare il nostro protagonismo, che corriamo ogni giorno sulle gambe di tanti compagni che con passione, entusiasmo, non si sono mai arresi all’idea di affermare nel Paese una forza socialista organizzata.
È un salto un bel salto di qualità. Dobbiamo tutti esserne consapevoli, all’altezza delle esigenze politiche che i nostri compagni hanno rappresentato in questa “due giorni”.

Il PSI c’è direbbe Guido Meda.

Luigi Iorio
Responsabile dipartimento diritti civili PSI

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento