mercoledì, 7 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

La solitudine democratica
del compagno di Di Lello
Pubblicato il 20-11-2015


Per Marco Di Lello non è un periodo politicamente facile quello che sta attraversando .
Dopo un passaggio in punta di piedi nel PD, non notato neanche da Renzi, è stato letteralmente escluso dal dibbattito interno delle nomine nella segreteria regionale del suo neo partito ma soprattutto è stato criticato dalla consigliera regionale Bruna Fiola esponente dall’area socialista PD .

Nel Partito Democratico gli ideali socialisti esistono già e sono adeguatamente rappresentati a tutti i livelli. Evidentemente qualcuno arriva in ritardo” – è quanto dichiara Bruna Fiola, consigliere regionale del Partito Democratico, rispondendo all’iniziativa messa in campo dal deputato Marco Di Lello in “difesa degli ideali socialisti”.

“Il Pd ha già dimostrato di credere nei valori del socialismo aderendo al PSE e diventandone la componente più numerosa in seno al Parlamento Europeo. Una identità socialista già parte integrante della nostra azione amministrativa sia a livello nazionale che regionale” – afferma la consigliere regionale, dal 2010 esponente dei Democratici.

“Forse bisogna ricordare a Di Lello, tanto per fare un esempio, che a Napoli e provincia già dal 2010, i socialisti sono rappresentati all’interno del Partito Democratico, molti dei quali hanno sostenuto la mia candidatura alle ultime regionali” – continua Bruna Fiola che ha ricoperto fino al 2009 la carica di Segretaria Regionale dei Giovani Socialisti.

“Insomma chi dice di voler aderire al Partito Democratico lasci le cariche che ricopre grazie al Partito Socialista Italiano e provi a raccogliere consenso sul territorio, visto che la storia politica di Marco Di Lello fino ad ora parla solo di ‘mancate elezioni’. Il suo peso quando si tratta di elezioni con le preferenze, a mio avviso, quindi è tutto da valutare” – conclude Fiola.

Francesco Brancaccio

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento