venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Mario Guidetti:
ONU e Ue, ora fatti non bla bla bla
Pubblicato il 14-11-2015


Così come, nell’antica Grecia, Cassandra, non creduta da Priamo ed Ecuba, fu invisa a molti, lo stesso avvenne, in merito ai pericoli dell’estremismo islamico, per Oriana Fallaci ed ora avviene per Magdi Cristiano Allam.

I tragici attentati, i morti, i feriti di Parigi sono l’ennesima dimostrazione che l’Isis ha dichiarato guerra al mondo occidentale.

La causa del sorgere di questo sciagurato movimento integralista è da imputare agli gnomi della finanza, alla “artatamente forte” (mah?!) politica america, inglese, francese che “si illudono di poter importare la <democrazia> con l’uso delle armi”. Come non dimenticare la destabilizzazione dell’Iraq “detentrice di armi per la distruzione di massa” che Saddam Hussein NON aveva? Come possiamo dimenticare i bombardamenti di Belgrado decisi dalla Nato ed ordinati da D’Alema violando la Costituzione? Milosevic andava sì rimosso, ma tramite la scelta del suo popolo con libere elezioni. Come possiamo dimenticare gli illegittimi bombardamenti della Libia, violando la risoluzione dell’ONU (la no- fly zone è <divieto di volo per aerei non autorizzati> – non è il via libera a bombardamenti di massa)? Come possiamo dimenticare le sanzioni della Ue (ispirata dagli americani e dalla Merkel) alla Russia quando ora Putin si dimostra essere uno statista  pragmatico  nel proporre una coalizione con l’Ue, la Cina e l’America per, sotto l’egida dell’Onu,  combattere, ed estirpare l’Isis? Come possiamo non ricordare che i bombardamenti aerei o coi droni portano distruzioni e morte anche alla popolazione civile? Non occorre essere esperti di geopolitica né dell’arte della guerra per capire che questa la si vince solo con azioni combinate aeree e di terra. E l’Isis ha dichiarato guerra al mondo, tutto il mondo. L’Isis ha pianificato azioni terroristiche che, dopo Parigi, colpiranno i civili a Roma, Londra, Washington? Gli integralismi, qualsiasi forma di integralismo sono il male, il male assoluto.

L’Isis è già fra noi. Giunto è il momento di accantonare le divisione politiche. Giunto è il momento di trovarci uniti nel difendere il bene prezioso della Patria, delle Patrie. Giunto è il momento dell’approvazione di un “Patriot Act” che rafforzi i poteri dei corpi di polizia anche a discapito, momentaneo, delle leggi sulla privacy.  Personalmente e come il sottoscritto sicuramente in tanti, considero le Forze dell’Ordine, tutte le Forze dell’Ordine come uomini e donne che tutelano la nostra sicurezza. Quando le incontro dico loro “Grazie”. Se, per qualsiasi motivo bussassero alla mia porta, la aprirei con fiducia senza chiedere loro se hanno o meno un mandato di perquisizione. Questi sono i sentimenti che nutro nei loro confronti. Vorrei, per il bene supremo dello Stato e della Pace che tutto questo non fosse loro impedito da un qualche cavillo legale.

Concludo ripetendo, “Onu, Ue ora fatti non bla,bla,bla” “Italia unita” “Parlamento approva il Patriot Act”

W la Patria/e, w l’Italia.

     Mario Guidetti

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento