sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Benvenuto Aldo Forbice
Pubblicato il 28-12-2015


Da oggi abbiamo un collaboratore in più. E non uno dei tanti. Non uno qualsiasi. Inizia oggi ad accompagnarci nella nostra entusiasmante avventura al servizio della gloriosa testata dell’Avanti Aldo Forbice, per decenni giornalista Rai e per diciotto conduttore della trasmissione radiofonica quotidiana Zapping. Aldo ritorna in fondo dove aveva cominciato, da ragazzo. E cioè proprio dall’Avanti quando era diretto da Pietro Nenni, collaborando poi a Il Lavoro diretto da Sandro Pertini, per passare poi all’Europeo. Iniziò la sua carriera di giornalista professionista in Tv, poi in radio. Ad Aldo Forbice dunque un benvenuto, ma sarebbe meglio dire un bentornato tra i suoi nuovi compagni e redattori che vengono dalle stesse sue radici e che amano l’Avanti e la storia del socialismo italiano. Aldo Forbice inizia oggi la sua collaborazione con un corsivo proprio dedicato alla Rai e alla recente riforma che attribuisce quasi tutti i poteri a un uomo solo. Avrà piena libertà di scrivere quel che pensa nella migliore tradizione liberale del socialismo italiano. Tra poco curerà una rubrica che l’Avanti gli assicurerà col titolo “Sforbiciate”. A volte un cognome, capita anche a me, può essere utile per inventarsi un titolo e anche uno stile…

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Ho imparato a conoscere la voce di Aldo Forbice attraverso Zapping, e negli anni mi era diventata famigliare, come pure quella sua trasmissione di fine pomeriggio, o inizio sera, divenuta un appuntamento abituale ogniqualvolta mi riusciva di ascoltarla.

    Paolo B. 28.12.2015

  2. Carissimo Mauro
    Ho già dato il mio saluto di bentornato al dottor Forbice nella Sua prima “Sforbiciata”.
    Complimenti anche a te per avere arricchito l’Avanti di una “Voce libera” e altamente qualificata come Aldo Forbice. Considerando l’allergia del Premier verso i giornalisti con la schiena dritta, ti suggerisco di iniziare a individuare nel panorama del giornalismo nostrano quelle “Voci libere” che corrono il rischio del bavaglio. Per contrastare le Liste di Proscrizione, a loro potresti riservare una Rubrica dal titolo “Radio Londra”. Sarebbe per l’Avanti un ritorno alle origini e per noi Socialisti l’avvio della riconquista della nostra piena autonomia.
    Je suis socialiste

  3. Ero un assiduo ascoltatore di Zapping e sovente intervenivo su alcune tematiche di mio interesse. Conoscevo le “radici” di Aldo Forbice e nel suo ruolo di conduttore, ne apprezzavo il suo modo di porsi con coloro che intervenivano nel corso della trasmissione,non solo, ma soprattutto la determinazione con cui riusciva a gestire la puntata serale con un pubblico esterno,non visibile ma agguerrito. Cio’ non vuole apparire una “sviolinata”, al contrario, in una di quelle sere un mio intervento lo fece andare su tutte le furie e di rimando,in diretta, mantenni lo stesso comportamento, al punto di togliermi l’audio in maniera brusca. Tra gli amarcord ,invece, non posso non menzionare la sera che si seppe della scomparsa di Bettino Craxi quando il Paese incredulo si fermo’ un momento e si poneva tante domande. Zapping dedico’, quella sera, la trasmissione al leader scomparso, e il primo ascoltatore a intervenire fu, chi scrive. Tra gli ospiti c’era Paolo Gambescia- all’epoca direttore dell’Unita’- con altri ,e Forbice mi introdusse – quale “Craxiano doc”. Definizione migliore, considerata la circostanza, non poteva non incollarmi. Grazie Aldo, la vita e’ un cerchio, e bentornato tra noi con le tue prossime “sforbiciate”.

    Craxiano doc…

  4. Complimenti per la collaborazione con Forbice. senza conoscerlo, ho seguito per anni la sua “Zapping” , la sera tornando in auto .
    Una squisita capacità di conduzione, encomiabili doti di equilibrio ed imparzialità, pur senza rinunciare alle proprie opinioni. Veramente una bella trasmissione radiofonica di cui si sente la mancanza. La 2.0 non è paragonabile. Ricordo che per un pò si parlava di un passaggio in video; ora lo ritrovo qui. Sono veramente contento.

Lascia un commento