giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Doping. L’Atletica italiana trema: 26 azzurri a rischio
Pubblicato il 03-12-2015


dopingStop di 2 anni per 26 atleti azzurri: è questa la pesantissima richiesta avanzata dalla Procura Antidoping per “elusione, rifiuto e omissione di sottoporsi ai prelievi dei campioni biologici”.

Tutto nasce dall’indagine chiamata ‘Olimpia’, condotta dai Nas-Ros dei carabinieri di Trento, su mandato della procura di Bolzano.

Nomi di spicco
La colpa dei 26 atleti, secondo la Procura, è di non essersi presentati ai controlli anti-doping di routine. E non effettuare i test equivale, in questo caso, a un esito positivo dello stesso. Praticamente uno tsunami. Sorpreso e arrabbiato, ma comunque fiducioso, il numero uno della Federatletica, Alfio Giomi: ‘’Nessun rappresentante dell’atletica italiana è stato trovato positivo! Di cosa parliamo? Tutto quello che si è scatenato sul nostro mondo è assolutamente fuori luogo e inaccettabile. Abbiamo comunque massima fiducia nell’operato della Procura Antidoping del Coni. La giustizia farà il suo corso ma la Federazione difenderà ugualmente gli atleti perché loro sono le vittime. L’atletica italiana – conclude – è viva e vogliamo mantenerla pulita e sana’’.

Donato: “Sono sconvolto”
Tra i 26 atleti coinvolti, c’è anche Fabrizio Donato, specializzato nel salto triplo e bronzo a Londra 2012: ‘’Sono sconvolto e basito – commenta -, non avrei mai pensato nella vita di trovarmi in una situazione del genere’’. Anche perché una squalifica significherebbe addio a Rio 2016: ‘’ Ci ritroviamo coinvolti in cose più grandi di noi, per colpe non nostre. Siamo delle vittime innocenti, qualcuno ha fatto male il proprio lavoro, con incompetenza’’. A difesa degli atleti si schiera anche Valentina Vezzali, campionessa di scherma e portabandiera all’Olimpiade di Londra: ‘’Nessuno degli atleti è risultato positivo né ha tradito lo sport. Pertanto nessuno può e deve essere accusato di essere dopato, almeno fino a prova contraria’’. Difficile darle torto: da questa vicenda potrebbero uscirne tutti sconfitti. In primis, il medagliere azzurro a Rio 2016.

I 26 atleti
Questo l’elenco dei 26 atleti azzurri che ora rischiano due anni di squalifica: Roberto Bertolini, Migidio Bourifa, Filippo Campioli, Simone Collio, Roberto Donati, Fabrizio Donato, Giovanni Faloci, Matteo Galvan, Giuseppe Gibilisco, Daniele Greco, Andrew Howe, Anna Incerti, Andrea Lalli, Stefano La Rosa, Claudio Licciardello, Daniele Meucci, Christian Obrist, Ruggero Pertile, Jacques Riparelli, Silvia Salis, Fabrizio Schembri, Daniele Secci, Kaddour Slimani, Gianluca Tamberi, Marco Francesco Vistalli e Silvia Weissteiner.

Francesco Carci

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento