venerdì, 9 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Jet russo non aveva violato spazio aereo turco
Pubblicato il 18-12-2015


jet russo 2Nella controversia sul jet Su-24 russo abbattuto dalla Turchia, che ha portato alla più grave crisi diplomatica tra i due Paesi, la Russia mostra di aver ragione e lo fa in diretta Tv. L’apertura della scatola nera del jet russo abbattuto è infatti avvenuta davanti alle telecamere televisive e Mosca ha fatto subito sapere che gli esperti di Cina e Gran Bretagna hanno deciso di prendere parte all’indagine che analizzerà i dati di navigazione del Su-24M.

“Abbiamo prove sufficienti che il jet non ha violato lo spazio aereo turco”, ha assicurato il vicecomandante delle forze armate Sergei Dronov, spiegando che il SU-24 è stato abbattuto mentre volava nei cieli siriani a 5,5 chilometri dal confine turco.

“Per garantire la massima trasparenza e apertura, abbiamo rivolto a esperti stranieri di 14 Paesi l’invito a prendere parte al lavoro come osservatori. Molti hanno rifiutato per varie ragioni, mentre Liu Chang Wei dalla Cina e Jonathan Gillespie dal Regno Unito hanno accettato”, ha affermato Dronov, aggiungendo che “finora nessun lavoro è stato fatto con la scatola nera. È nella stessa condizione di quando è stata ritrovata sul luogo dello schianto”. Alle indagini prenderanno parte anche due americani il presidente e il vice presidente della società internazionale per le indagini dei disastri aerei, Del Gandio e Ron Schleed. Inoltre anche se è già stato dichiarato che il jet russo è stato abbattuto nei cieli siriani, tre degli otto microchip della scatola nera presentano rotture marcate con fessure e probabilmente non contengono dati registrati. In ogni caso Lunedì si avranno i risultati finali.

Liberato Ricciardi

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento