domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

‘Mama’. Il nuovo percorso
artistico della talentuosa
Mama Marjas
Pubblicato il 04-12-2015


Il nuovo album di Mama Marjas

‘Mama’ il nuovo album di Mama Marjas

“La gente è polemica, prende le parti. Bravi, fanno tutti i santi con il culo degli altri” così canta Mama Marjas, al secolo Maria Germinario, nel brano ‘La gente‘ una cumbia (tipica musica popolare colombiana, ndr) urbana, in cui l’artista – travestita da Santa Muerte – si muove per la città di Taranto, soffermandosi sulla pochezza dei giudizi e la cattiveria gratuita che caratterizza la società odierna. «Ho scelto la Santa Muerte, figura di culto sudamericana, immaginandola scendere in terra per sussurrare all’uomo contemporaneo ‘guarda come ti sei ridotto’» racconta all’Avanti! l’artista, pugliese doc, già nota come ‘regina del reggae italiano’ e punto di riferimento nella cultura musicale underground, della sperimentazione e della commistione di stili che la contraddistinguono. Ed è proprio in questa capacità di destreggiarsi – con spontaneità e bravura – tra stili e linguaggi differenti che risiede il successo di Mama, nel 2013 premiata come miglior pugliese in Italia.

IL DISCO ‘MAMA’ – Lo scorso ottobre è uscito ‘Mama’ – disponibile su tutti i negozi del circuito self.it e su varie piattaforme digitali – il nuovo disco di Marjas, il quarto della sua carriera, a tre anni di distanza dal precedente. «Mama perché il riferimento è a Mamma Africa. Forte è il mio legame culturale e musicale con le persone del continente africano» spiega la cantante, in questo album autrice sia dei testi (in italiano) che delle musiche. In ‘Mama’ l’artista si discosta dal genere ‘reggae’ per esplorare dimensioni musicali per lei nuove, e approdare a sonorità proveniente dall’Africa, dai Caraibi e dal Sud America. Mama-Marjas (1)In merito alla scelta di cantare in lingua italiana, Marjas racconta di preferire la nostra lingua perché «l’italiano, più di altre lingue, mi consente di portare nel mio Paese generi musicali non conosciuti o scarsamente rappresentati nel mondo della musica in Italia, come per esempio la Soca di Trinidad, il Dembow della Repubblica Dominicana e il mio amato reggae».

IL SUCCESSO DI ‘CARMEN’ E LA TOURNÈE – Marjas, classe 1986, è reduce dal recente successo della ‘Carmen‘ di Bizet messa in scena a Roma, assieme all’Orchestra di Piazza Vittorio, amalgama di culture e nazionalità differenti. «È stata un’esperienza bellissima interpretare il celebre personaggio del compositore francese e lavorare con i musicisti dell’Orchestra di Piazza Vittorio» racconta Marjas, immersa in dimensioni musicali sin dall’infanzia. «Quando avevo un anno mi regalarono un panda che suonava la batteria. Sono figlia di musicisti, suono da quando ero piccola. La musica – in tutte le sue forme ed espressioni – fa parte della mia vita, da sempre» confida. Dal prossimo 19 dicembre, Marjas sarà in Puglia per alcune date, cui seguiranno tappe in tutta Italia dove, oltre a cantare i brani hit, l’artista farà conoscere tutte le dodici canzoni che compongono il nuovo album prodotto da Don Ciccio per ‘Love University Records’ di Taranto, la casa discografica che l’artista definisce «la mia famiglia».

Silvia Sequi 

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento