venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Natale? Gli italiani
ostaggio degli smartphone
Pubblicato il 16-12-2015


Telefonini smartphonePoca gente in giro durante l’ultimo week end, mentre ne manca uno solo prima di Natale. Gli italiani attendono la tredicesima e di pagare IMU e Tasi, per poi concedersi qualche sfizio e fare i regali di rito. Andando in giro per negozi perché il commercio elettronico -agli italiani- non piace molto.  Un settore che sembra inarrestabile è quello tecnologico. Gli store dei principali gestori della telefonia mobile sono sempre affollati. Code anche nei negozi dei grandi nomi delle produzioni tecnologiche.

A confermarci che siamo un popolo di malati di social, incapaci di allontanarci dal telefonino, ora c’è anche una ricerca condotta nel Regno Unito, da Ofcom. Tra nove Paesi industrializzati quelli che per prima cosa – al risveglio – prendono in mano una device sono proprio gli italiani. Peggio di noi, solo i giapponesi.

Ultimo pensiero anche prima di addormentarsi. Non solo: il 78% della popolazione dotata di smartphone accede a un social network almeno una volta la settimana. Tra le App più scaricate quelle per controllare il peso corporeo – attraverso il calcolo del numero delle calorie ingerite – e l’attività fisica praticata (sia essa un duro allenamento o una camminata veloce).

Inutile dire che, ormai, nelle case italiane il telefono fisso è un’eccezione (37 collegamenti su 100 abitazioni) appannaggio principalmente di persone anziane: questo nonostante in banda larga l’Italia non eccella. Malgrado questa gran dimestichezza con i mezzi elettronici in Italia il glia acquisti in rete non decollano. L’utilizzo dei servizi bancari on-line, invece sì, tanto che molte banche si stanno giocoforza adeguando. Prepariamoci a un Natale iperconnesso: noi, l’amata famiglia e gli amici di social. Facebook come una sputacchieria dove postare il lucore degli alberi, le pietanze succulente e i regali ricevuti. Si salvi chi può.

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Alessia Chinellato

Giornalista e #blogger, studio le ricadute che i #social network hanno sulla vita dell'uomo medio. Come lo aiutano, quanto lo illudono. Perché una marea di connessioni talvolta equivale al deserto relazionale. Nella prossima vita sarò The Hammer. Su Twitter @alechinellato

More Posts

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento