sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Beniamino Ciampi:
Un libro sulla carcerazione preventiva
Pubblicato il 28-12-2015


Dopo l’intervento di Vincenzo Papadia, mi sembra giusto sottoporre all’attenzione dei socialisti un libro edito da Mondadori scritto da Mario Rossetti :”IO NON AVEVO L’AVVOCATO “. – Una storia italiana…
È la storia di un manager di Fastweb, ingiustamente accusato di una maxifrode da due miliardi di euro nell’inchiesta Fastweb -Telecom Italia Sparkle. E’ evidente lo scopo di Rossetti, sbattuto in prima pagina sui giornali e tv, cerca di riconquistare l’onore perduto attestando la propria innocenza ottenuta dalla sentenza di primo grado. Tutto fa supporre che si tratta di gravissimo errore giudiziario, perché il Rossetti ormai lontano dal mondo delle telecomunicazioni e che tre anni prima aveva vista archiviata la sua posizione. Ma la giustizia italiana si incattivisce contro gli innocenti: somministra quattro mesi di carcerazione preventiva, gli arresti domiciliari, tre anni di processo,147 udienze, il sequestro di ogni bene.

Questo libro è un duro atto di accusa sull’uso indiscriminato della cercerazione preventiva, anche se non ci sono motivi previsti dal codice per negarla, è il solo scopo di indurre a confessare reati che, come in questo caso, non sono stati commessi. Una storia italiana perché si parla della inciviltà della vita carceraria, proprio come cita Papadia.
Alle volte da socialista ci si chiede se si è fatto abbastanza in tutte quelle situazioni di degrado civile e morale per rendere gli uomini degni di essere tali.

Beniamino Ciampi
bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento