giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Scrive Giorgio Brero:
Questa non è una guerra fra civiltà
Pubblicato il 01-12-2015


La “guerra” (perché questa è) che si sta combattendo contro i terroristi autori della strage di Parigi non è una guerra fra due civiltà, fra due religioni, è una battaglia contro delinquenti assassini che si nascondono dietro una falsa ideologia religiosa.

Nel nostro paese quando si commettono crimini, gli autori di questi, vengono perseguiti dalla polizia che cerca di assicurarli alla giustizia avvalendosi dei metodi consentiti, il che vuol dire che se vengono minacciati con le armi devono rispondere allo stesso modo.
Non possiamo davvero permetterci di “pensare a quello che succederà dopo prima di agire “perché ne andrebbe della vita delle forze di polizia e della sicurezza del paese.
Questo semplice ragionamento lo si può applicare alla situazione contingente, si tratta di combattere dei terroristi senza stato che occupano parte di territori con la forza delle armi ma non hanno uno stato riconosciuto dalla comunità internazionale.
Occorre quindi formare una grande coalizione che si doti di una sorta di “polizia” internazionale (e l’Italia ne deve fare parte integrante) che combatta in tutti i modi consentiti questi assassini, cominciando dal taglio dei flussi monetari che vengono dalla vendita sottocosto del petrolio e dall’approvvigionamento di armi.
In questo momento ritagliarsi una nicchia da falsi pacifisti è sbagliato e controproducente.
Abbiamo combattuto il nazifascismo e il terrorismo, abbiamo vinto, abbiamo ridato la libertà e la democrazia. Ricordiamo il grande monito di Pertini: “a brigante brigante e mezzo!”.

Giorgio Brero

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento