sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Arriva la nuova tessera professionale europea
Pubblicato il 18-01-2016


tessera-professionale-europeaDopo una lunga fase normativa, finalmente dal 18 gennaio 2016 i liberi professionisti potranno utilizzare la nuova “tessera elettronica professionale europea”. Pensata  per permettere ai professionisti di muoversi liberamente all’interno del mercato europeo, la tessera è stata introdotta per rendere più fluido il mercato dell’UE. Per l’approvazione del disegno di legge è stato necessario il riconoscimento delle qualifiche professionali, che il Consiglio europeo ha modificato a novembre 2013 proprio con l’obiettivo di facilitare la mobilità dei professionisti in ambito Ue.

La stessa direttiva definisce la tessera come “un certificato elettronico attestante o che il professionista ha soddisfatto tutte le condizioni necessarie per fornire servizi, su base temporanea e occasionale, in uno Stato membro ospitante o il riconoscimento delle qualifiche professionali ai fini dello stabilimento in uno Stato membro ospitante”.

Come spiega Conf – professioni, il sito illustra cosa sono le professioni regolamentate e le differenze tra Paesi europei, specificando anche la procedura da seguire nel caso in cui la professione sia regolamentata nel paese di origine e non in quello ospitante, e viceversa. Viene inoltre presentato l’iter per ottenere il riconoscimento delle qualifiche professionali e quindi l’accesso alla professione all’estero, le procedure amministrative e i documenti richiesti, come copie certificate o traduzioni giurate.

Entro fine gennaio è attesa la consegna delle prime ‘‘tessere’’. Intanto, in vista della scadenza del recepimento della direttiva, l’Ue ha reso disponibile online una sezione ad hoc dedicata proprio al tema del riconoscimento qualifiche.

 Alessandro Munelli

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento