sabato, 3 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Bettino Craxi, un dibattito sempre attuale
Pubblicato il 19-01-2016


Intervenendo a Milano all’iniziativa tenutasi in occasione del 16esimo anniversario della scomparsa del padre Bettino, organizzata dall’istituto Giuseppe Saragat, dalla rivista ‘Critica sociale’ e dal quotidiano ‘L’opinione’, Bobo Craxi ha dichiarato che “ogni anno, questo giorno della memoria, per noi socialisti assume significati sempre nuovi, alla luce delle reinterpretazioni che riaffiorano e dei nuovi e crescenti riconoscimenti che vengono fatti alla memoria di Bettino Craxi, sia per l’azione politica lungimirante, sia per la schietta e limpida analisi sulla nazione, che scelse la liquidazione violenta della sua classe dirigente e dei Partiti, aprendo la strada alle incognite e alle incertezze proprie del momento che viviamo in Italia, in Europa e nel Mediterraneo. Se, a distanza di anni”, ha proseguito Bobo Craxi, “si riaccende attorno alla sua figura e alla sua fine un dibattito sempre attuale, questo avviene perché egli fu una personalità della sinistra e un uomo di Stato difficilmente archiviabile nel dimenticatoio polveroso di una prima Repubblica da ‘rottamare’. Il sistema politico democratico, dopo la fine di quel periodo è più fragile: i partiti pressoché scomparsi; la sinistra più debole; le correnti figlie del comune alveo del socialismo italiano in via di liquidazione. Bettino Craxi morí sotto i colpi di una giustizia che si comportò, come disse il capo dello Stato, “con particolare durezza”. Ma non vi sono errori umani e materiali che possano nascondere la grandezza della figura, dell’uomo politico e dello statista. Molti socialisti lo stanno ricordando in queste ore, così come molte personalità democratiche, (sottolineo: senza strumentalizzazione alcuna), perché è finita la fase dell’utilizzo interessato della tragica fine dei socialisti italiani”.
Bobo Craxi, che alla fine del suo discorso ha letto alcuni passi del suo ‘libro-racconto’ sul l’esilio del padre (Route El Fawara – Hammamet, edito da Sellerio) parteciperà sabato prossimo, in Tunisia, alle iniziative laiche organizzate dalla ‘Fondazione Craxi’ e a quelle religiose assieme alla famiglia”.

Milano, 19 gennaio 2016

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento