sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Casa della memoria
tutto per non dimenticare
Pubblicato il 24-01-2016


memoria shoahIl 27 gennaio 1945, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, ha fatto conoscere al mondo e alla storia questo abisso della civiltà, lo sterminio del popolo ebraico, dei Sinti e Rom, degli omosessuali, dei Testimoni di Geova e l’eliminazione dei deportati militari e politici nei campi nazisti.

Anche quest’anno la Casa della Memoria e della Storia conferma il suo ruolo di primo piano a Roma per le celebrazioni intorno al “Giorno della Memoria”, istituito nel 2000 dal Parlamento Italiano.

Il programma delle attività si svolge dal 22 gennaio al 1 febbraio 2016 con proiezioni di film, documentari, testimonianze, conferenze, letture e presentazioni di libri e una mostra con il prezioso e significativo apporto delle Associazioni residenti (ANPI, ANED, ANEI, ANPPIA, FIAP, IRSIFAR e Circolo G. BOSIO) e delle Biblioteche di Roma.

L’iniziativa, a cura delle Associazioni residenti e della Biblioteca della Casa della Memoria e della Storia con il coordinamento organizzativo di Roma Capitale in collaborazione con Zètema Progetto Cultura, aprirà al pubblico con la presentazione dell’ebook “La quarantena”, scritto nel 1971 da Giovanni Melodia, grande testimone del lager di Dachau, seguita dall’inaugurazione dell’installazione “Bloc – Notes, mon semblable, mon frère” di Corrado de Grazia: un saggio visivo intorno ad alcuni aspetti del pensiero di Walter Benjamin sviluppato attraverso immagini fotografiche stampate su carta molto leggera, la cui composizione modulare cambia in relazione agli spazi espositivi.

Il 25 gennaio il programma prevede la proiezione del film “Storia di una ladra di libri”, di Brian Percival: la tragica parabola della Germania nazista vista attraverso una storia personale ed intima. Mente martedì 26, la memoria comunica attravero la poesia, affinché questa espressione letteraria estremamente sensibile possa risvegliare e promuovere attraverso la parola un periodo storico da non dimenticare, grazie alla lettura di alcuni brani di scrittori come Fulvio Abbate, Luca Archibugi, Bianca Menna e Maria Grazia Calandrone. E ancora: Rebecca Samonà intreccia le vicende della sua famiglia materna con la Storia, nel film-documentario “L’isola delle rose. La tragedia di un paradiso”, grazie all’ausilio di materiali dell’Istituto Luce, foto di famiglia, canzoni e la lettura di brani del diario di suo nonno, ufficiale italiano, anch’egli finito nei lager nazisti per non aver aderito alla Repubblica di Salò; la presentazione del libro e del video “Guida di Hammerstein”, dell’ex internato militare Franco Quattrocchi, agli studenti dell’ultimo anno della scuola secondaria di primo grado; la presentazione del documentario e del volume “Memorie in Comune”, a cura di Pupa Garribba e prodotto dall’Associazione MitinItaly per il Circolo Gianni Bosio, che prende le mosse dalla targa apposta in Campidoglio in ricordo dei 54 dipendenti comunali ebrei licenziati e deportati a causa delle leggi razziali del 1938.

L’iniziativa terminerà lunedì 1 febbraio, con la conferenza della professoressa Eshter Finz Menascé a partire dal volume “Buio nell’isola del sole: Rodi, 1943-45. I due volti di una tragedia quasi dimenticata”. La tragedia della deportazione dei militari italiani di stanza a Rodi e della deportazione e dello sterminio della comunità ebraica da parte dei tedeschi, che divennero padroni dell’isola, togliendola agli italiani  l’11 settembre  1943. La conferenza, in cui interverrà anche il Franco Briganti, figlio del Generale Alberto Briganti comandante di Aeromil Egeo, è accompagnata dalla proiezione di diapositive.
L’ingresso è libero, fino ad esaurimenti posti.

Gioia Cherubini

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento