domenica, 4 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

‘Daddy Blues’
una commedia per ridere
delle ‘cose serie’
Pubblicato il 07-01-2016


Il direttore artistico del Teatro degli Audaci, Flavio De Paola annuncia che lo stabile del III Municipio ospiterà, fino al 10 gennaio 2016, una delle commedie più divertenti degli ultimi anni: “Daddy Blues”.Daddy Blues
Flavio De Paola, Maria Cristina Gionta, Antonio Buttari, Antonella Rebecchi, Enrico Franchi, Silvia Mafalda Faccini saranno i protagonisti di questa commedia degli equivoci, che farà sicuramente divertire grazie a situazioni tanto assurde quanto comiche. Allo stesso tempo non si perderà occasione di trattare, seppur con leggerezza, temi sociali legati all’adozione, alla famiglia e all’omosessualità, lasciando spazio alla riflessione.
“Le relazioni umane – asserisce Flavio De Paola – sono al centro dell’intera pièce teatrale e s’intrecciano formando nuovi e insoliti legami, spesso con colpi di scena”.
Daddy Blues è un vero e proprio manifesto del genere della commedia. Raccoglie infatti al suo interno tutte le caratteristiche che rendono un testo piacevole e divertente, ma con spunti di riflessione sempre validi e interessanti. La paternità, il costume, le convenzioni della società sono miscelate e mantenute in un gioco di equilibri in costante pericolo e in grado di capovolgersi da un momento all’altro. Mogli e madri che fuggono dinnanzi alla realtà, padri che rivestono ruoli materni e uomini che si innamorano di altri uomini, in un gioco di paradossi, che non smettono di stupire e divertire lo spettatore.
Ma le sorprese non finiscono di certo qui e per chi ne volesse sapere di più c’è il sito dove si può anche prenotare il posto (tel. 06 94376057).

Gioia Cherubini

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento