giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Ddl territorio. Pastorelli: “Essenziale per Made in Italy”
Pubblicato il 19-01-2016


territorioVia libera dalla Camera al ddl recante “misure urgenti per gli interventi nel territorio”, rilanciato dall’entourage di Matteo Renzi con l’hashtag “#happy days” che stanzia circa 900 milioni di euro per 12 aree di interesse. I fondi saranno suddivisi in questo modo:
50 milioni a Bagnoli; 150 milioni per la Terra dei fuochi che si aggiungono ai 150 milioni per il 2017 già stanziati con la legge di Stabilità; altri 150 milioni per il dopo Expo; 200 milioni per il Giubileo che interesserà l’accoglienza, il decoro, la mobilità, i trasporti e la sanità. Ancora al sud altri 10 milioni per Reggio Calabria, e 30 milioni alla Sardegna per i collegamenti aerei mentre ben 100 milioni al servizio civile e solo 50 milioni al Fondo per le emergenze nazionali. In primo piano l’edilizia e il risanamento con 25 milioni per la manutenzione degli alloggi popolari e ben 100 milioni per gli impianti sportivi nelle periferie.
Infine altri 25 milioni per la Tax credit per il cinema e 10 milioni per l’export e il Made in Italy. “Le misure contenute nel ddl territorio sono di essenziale importanza per lo sviluppo e la tutela del made in Italy. L’internazionalizzazione delle imprese italiane e lo stanziamento di 10 milioni in favore dell’Istituto Nazionale per il Commercio Estero agevolerà, infatti, il contrasto alle contraffazioni. Un segnale forte, che da tempo si attendeva”. Così Oreste Pastorelli, deputato del Psi e componente della commissione Ambiente della Camera, nel corso delle dichiarazioni di voto sul disegno di legge recante misure urgenti per interventi nel territorio.
“Nella stessa direzione – aggiunge il parlamentare socialista – va anche la valorizzazione dell’area utilizzata per l’Expo, perché ciò che è stato costruito possa rappresentare un’ulteriore fonte di turismo. Fondamentali, poi, le misure che riguardano più da vicino la cittadinanza: dal recupero di immobili e alloggi di edilizia residenziale pubblica, alle disposizioni per la continuità territoriale con le isole e per il trasporto pubblico nelle città. In sostanza, il provvedimento costituisce un vero e proprio strumento di governo del territorio di cui gli amministratori hanno urgente bisogno e senza il quale sarebbe davvero complicato gestire determinati problemi”.

Redazione Avanti!

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento