martedì, 6 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Napoli, formalizzata candidatura Marfella
Pubblicato il 22-01-2016


Napoli, formalizzata candidatura Marfella
La candidatura di Antonio Marfella alle primarie è stata formalizzata. Abbiamo consegnato al Comitato Organizzatore le firme del nostro Direttivo Provinciale e la documentazione necessaria.

Alessandro Zampella con Antonio Marfella

Antonio Marfella con Alessandro Zampella

Il PSI ha tutta l’intenzione di competere fino in fondo, per assicurare al Centrosinistra e a Napoli un Sindaco perbene e competente, espressione sia della società civile che della politica.
Domenica 24 all’Hotel Ramada, alla presenza del Segretario Nazionale Riccardo Nencini, si svolgerà la fase finale della conferenza programmatica del partito, nella quale illustreremo le nostre idee per il futuro della città, che confluiranno poi nel programma del candidato sindaco.
Alessandro Zampella
Vicesegretario Provinciale PSI Napoli
Reggio, in prima linea per i diritti delle persone
I socialisti reggiani, da sempre in prima linea per i diritti delle persone, aderiscono con convinzione alla manifestazione #SVEGLIAITALIA di sabato 23 gennaio alle ore 16 in piazza Martiri del 7 luglio a Reggio, per l’approvazione al più presto nel nostro Paese
di una legge di stampo europeo a tutela delle unioni civili, il riconoscimento dei diritti di reciproca assistenza e la possibilità di adozione del figlio biologico di un membro
della coppia da parte dell’altro componente.
Anche in Italia come in  tutta l’Europa, i socialisti ritengono occorra finalmente garantire tutele e diritti senza discriminazioni a tutti i cittadini. Nell’anno del Giubileo della misericordia, se fosse in Parlamento italiano, crediamo che  anche Papa Francesco voterebbe per la buona legge a favore delle unioni civili.

Roberto Pierfederici, Gianluca Soliani
Segretari comunale e  provinciale Psi Reggio
Perugia, “Donare per fini umanitari patrimonio mobiliare dismesso delle strutture sanitarie”
“Attuare una politica di promozione e coordinamento, per fini umanitari, sia nei Paesi della Comunità Europea che in quelli in via di sviluppo, attraverso la  cessione e l’utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private operanti nell’ambito del territorio regionale”. È questo l’obiettivo di una iniziativa legislativa del capogruppo regionale dei Socialisti e Riformisti, Silvano Rometti, che andrebbe a modificare il Testo unico in materia di Sanità e servizi sociali (legge regionale n. ’11/2015′)
Il consigliere Rometti, in sostanza, chiede una integrazione all’articolo 91 del Testo legislativo in questione (Dichiarazione di fuori uso e scarico) secondo cui: ‘I beni mobili a disposizione delle aziende sanitarie regionali non più idonei all’uso loro assegnato per vetustà o che per qualsiasi altra ragione divenissero inservibili, sono dichiarati fuori uso e cancellati dal relativo inventario con deliberazione del direttore generale, sulla base di una motivata proposta del competente ufficio’. Da qui la proposta dell’esponente della maggioranza di “prevedere, attraverso un procedimento semplificato, la possibilità di cessione e di utilizzo dei beni che sono stati accantonati. Tanto più in un panorama generale che in alcuni luoghi del mondo si caratterizza per la forte carenza di strumenti tecnologicamente avanzati e dei quali si afferma il carattere della forte necessarietà”.
bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento