venerdì, 2 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Notizie in breve
Pubblicato il 27-01-2016


Buemi presenta interrogazione sul divario Nord/Sud in ambito universitario

Il senatore del Psi Enrico Buemi ha presentato una interrogazione al Ministro dell’istruzione e dell’università e ricerca. “È preoccupante – scrive Buemi – che nelle università i docenti siano diminuiti del 17 per cento, e all’incirca della stessa percentuale il personale amministrativo, mentre l’ammontare dei finanziamenti ordinari che lo Stato versa agli atenei segna una diminuzione di ben il 22,5 per cento in termini reali. La spesa statale per borse di studio è ferma da dieci anni a 160 milioni annui (quindi cala in termini reali). In più, il rapporto della Fondazione Res (curato dal professor Gianfranco Viesti) indica prepotentemente, insieme alla forte contrazione del finanziamento statale, la crescente disparità di condizioni fra atenei del Nord e atenei del Sud: il calo delle immatricolazioni nel Sud e nelle Isole è, per esempio, più che doppio rispetto al Nord del Paese (e riguarda, fatto significativo, specialmente i giovani provenienti dalle famiglie meno abbienti).
Ciò premesso Buemi chiede di sapere se “la crescente compressione del diritto allo studio degli studenti “capaci e meritevoli, anche se privi di mezzi”, come recita la nostra Costituzione, non richieda un’immediata inversione di rotta in riferimento sia all’ammontare delle risorse conferite al sistema formativo, sia alla loro distribuzione. Inoltre Buemi chiede al ministro se non “si ritenga necessario abbandonare i meccanismi legati ai cosiddetti “punti-organico” per le assunzioni nelle università, unitamente ad una revisione dei criteri di distribuzione delle risorse, che finora hanno portato ad un generale impoverimento delle università meridionali, al calo del numero di migliaia di matricole e di centinaia di unità di personale docente (che si traduce in riduzione della qualità e quantità di offerta formativa).

Napoli, i socialisti sostengono il ddl Cirinnà su coppie di fatto e unioni civili

“I Socialisti sostengono il ddl Cirinnà sulle coppie di fatto e sulle unioni civili per l’affermazione, anche in Italia, di un diritto fondamentale per il quale combattiamo da anni”. E’ il tema sul quale il Psi terrà una conferenza stampa giovedì 28 gennaio, alle ore 11,00, presso la Federazione Regionale del Partito Socialista Italiano, in via Firenze n.54 – Napoli, nella giornata in cui il testo approderà nell’aula del Senato.

Parteciperanno il Segretario Regionale, Marco Riccio, il Consigliere Regionale socialista, Enzo Maraio, la responsabile Regionale del Dipartimento “Diritti Civili”, Antonella Marciano, la componente della Segreteria Nazionale, Mariarosaria Cuocolo, il segretario della Federazione di Napoli, Antonio Simeone, e i Segretari delle Federazioni Provinciali.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento