domenica, 11 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Nuove professioni, fare
lo stilista va di… moda
Pubblicato il 14-01-2016


MODA-Ferragamo-NYLavorare nel mondo della moda è probabilmente uno dei maggiori desideri di molti giovani creativi e intraprendenti, dominati dalla passione del design, del fashion e, soprattutto, da quella voglia di cambiare il mondo donando una parte di se stessi agli altri. Si tratta di un universo particolarmente vasto, pieno di possibili discipline e, proprio per questo, adatto a qualsiasi esigenza creativa: diventare stilista non è solo una realtà che chiunque abbia i requisiti giusti può realizzare, ma è anche la sola e unica via possibile per sentirsi pienamente soddisfatti di ciò che si è fatto. Soprattutto se i ritmi della vostra vita vengono scanditi da passione per le sfilate, attenzione al design, cura di ogni particolare. Non è, però, una strada facile né tanto meno scontata. Vediamo insieme i consigli per diventare stilista scegliendo la strada giusta.

L’importanza della giusta formazione
Chiunque desideri diventare uno stilista, deve innanzitutto intraprendere un percorso formativo che sia professionale, di qualità e che possa contare sull’insegnamento di stilisti affermati e capaci anche di donare le loro conoscenze nelle nuove leve del mondo della moda. La prima cosa da fare è dunque individuare una scuola che possa garantire questo e tanto altro, come ad esempio la fashion school dell’Istituto Marangoni, senza dubbio una delle più importanti scuole di moda a livello internazionale, con docenti affermati e scuole disseminate in tutte le capitali mondiali della moda. L’insegnamento, ed il percorso di studi, è ovviamente fondamentale per instradare il giovane verso un mondo in cui la creatività è importantissima, ma non basta certo per avere successo: il mondo della moda impone, infatti, un percorso che svezzi i giovani stilisti, che gli dia un metodo e che li aiuti ad individuare la propria strada perché, come ricordavamo poco sopra, il mondo della moda è estremamente vasto. Tanto da smarrirsi, se non si hanno le idee chiare.

Individuare la propria specializzazione
Il secondo passo sarà necessariamente quello di specializzarsi in qualcosa di definito. Il mondo della moda offre innumerevoli opportunità e professioni per trovare la propria soddisfazione personale e lavorativa, ma arriva un momento in cui la scelta si fa assolutamente necessaria: disegnare abiti d’alta moda, realizzare preziosi ed eleganti oggetti d’arredamento, lavorare come interior designer, occuparsi del visual merchandising delle boutique dei grandi marchi, oppure lavorare nelle aziende tecnologiche occupandosi del design di strumenti di ultima generazione come Smartphone e Tablet. Tutte opzioni che le scuole di design metteranno a vostra disposizione, con la possibilità di scegliere sin da subito il corso specialistico più adatto alle vostre esigenze.

La necessità di uno stage prestigioso
Quando scegliete la scuola di design, state sempre attenti che sia una delle più importanti nel settore del fashion. Il perché è presto detto: oltre all’importanza di ricevere una formazione completa da parte dei professionisti del design, dovrete avere anche la possibilità di apprendere il mestiere sul campo, ovvero attraverso uno stage formativo presso un’azienda o uno studio di stilisti che sia assolutamente professionale e noto nel settore della moda. Così facendo, avrete l’occasione per osservare e imparare come lavorano i migliori stilisti, dando sin da subito al vostro curriculum una voce fondamentale per il prosieguo della vostra giovane carriera.

La figura dello stilista professionista
Una volta che sarete giunti al termine degli studi e dello stage, potrete definire meglio il vostro stile, capire voi stessi, e farvi notare per le vostre particolarità e idee: poi, potrete scegliere se lavorare come liberi professionisti o farvi assumere da un grande brand, in base alle vostre esigenze e desideri. In ogni caso, lo stilista professionista non può fare a meno di possedere certe qualità: stile, puntualità, precisione, creatività, adattabilità e, soprattutto, un grande spirito di sacrificio.

Elisa Leuteri

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento