giovedì, 8 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Per i fatti di Colonia scontro tra SPD e CDU sui migranti
Pubblicato il 11-01-2016


migrantiSe da un lato è chiaro che i fatti di Colonia pongono il dovere morale di ripensare i termini dell’accoglienza dei migranti, dall’altro l’SPD si scontra con gli alleati di governo della CDU riguardo all’ipotesi di un inasprimento delle politiche di asilo.

Il partito cattolico della Merkel, infatti, propone un nuovo sistema di concessione dei visti, tramite il quale rispedire in patria anche i rifugiati con diritto di asilo che commettono reati. È su questo punto che i socialdemocratici tedeschi si scontrano con la Cancelliera. Il leader dell’SPD Sigmar Gabriel propone invece di punire chi commette reati direttamente in Germania, senza “consegnarlo al boia nel suo Paese d’origine”.

Sulla stessa linea anche il vice-presidente dell’SPD Ralph Stegner, che ribadisce: “La nostra solidarietà è con il 99.9% dei rifugiati che qui cercano protezione dalle persecuzioni, e tolleranza zero per coloro che sono delinquenti. È questo il principio che seguiamo.”

In pratica, la proposta socialdemocratica è quella di punire a prescindere i reati, magari intensificando le pene per quelli di natura sessuale, senza effettuare discriminazioni in base alla nazionalità di chi delinque.

In cantiere ci sono già proposte del genere, comprendenti riforme al codice penale, sulle quali però la CDU sembra fare orecchie da mercante, premendo il pedale sui sentimenti anti-islamici.

Giuseppe Guarino

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Lascia un commento