martedì, 25 settembre 2018
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Zamparini e Craxi
Pubblicato il 14-01-2016


Il vulcanico presidente del Palermo, famoso per aver esonerato più allenatori di quanti siano stati gli espulsi dal duo Grillo-Casaleggio, ha criticato il suo ex Jachini, l’uomo che non ha mai fatto vedere il crine. E sapete a chi l’ha paragonato? A un altro mister? A un calciatore? A un attore o a un regista televisivo? No. A Bettino Craxi. Non ci crederete ma è così. Zamparini ha precisato che Jachini gli ricorda Craxi perché non ha avuto il dono dell’umiltà. Che è prerogativa nuova addebitata al nostro ex segretario. Avevamo capito che i tribunali avessero colpito Craxi per ipotetici reati. Quello relativo all’umiltà ci è nuovo. A meno che Zamparini non si riferisse più specificamente a Jachini, che potrebbe essere il primo allenatore condannato, come Craxi, o all’esilio o all’ergastolo. Non da un tribunale. Ma da un presidente.

Angela Merkel bce Berlusconi bersani CGIL crisi Donald Trump elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Inps ISTAT italia lavoro Lega legge elettorale Luigi di Maio M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Matteo Salvini Nencini Onu Oreste Pastorelli Paolo Gentiloni pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia senato Silvio Berlusconi UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo

Lascia un commento