sabato, 10 dicembre 2016
Facebook Spazio Twitter Spazio RSS Spazio
Opinioni e commenti
 

Il dietrofront di Grillo
Pubblicato il 06-02-2016


Adesso la ditta Grillo-Casaleggio ha innestato la retromarcia sulle unioni civili. A cosa importa il sondaggio che aveva assegnato ai sì alla Cirinnà la stragrande maggioranza dei consensi dei Cinque stelle? Il dietrofront ricorda il vecchio ritornello in salsa comunista del “contrordine compagni”. Infatti Grillo e Casaleggio contano molto di più di tutti i sondaggiati. Perché la svolta? Perché più delle unioni civili conta Renzi, e la possibilità di metterlo sotto, sia pure su una questione che non interessa direttamente il governo, è allettante. Grillo ciancia di adozioni che nella legge non ci sono se non nella forma più ristretta d’Europa e cioè nel caso uno dei due partner abbia generato un figlio e questo resti con un solo genitore. Meglio uno che due, secondo gli alfaniani e tutti gli integralisti. Adesso perfino Grillo dubita. E lascia libertà di coscienza. Mi fa ridere la libertà di coscienza. Essendo su questo punto il voto segreto, lasciare libertà è come permettere di respirare. Ovvio. Quel che non è ovvio però è dichiararlo e dubitare sulla stepchild adoption. Questo o è superficiale o è strumentale. O è grillino… Cioè tutt’e due.

bce Berlusconi bersani camera CGIL crisi elezioni Enrico Buemi europa Forza Italia Francia Germania governo Grecia Grillo Inps ISIS ISTAT italia italicum lavoro Lega M5S Marco Di Lello Matteo Renzi Nencini Onu Oreste Pastorelli pd pensioni Pia Locatelli pil psi Renzi Riccardo Nencini roma Russia Sel senato socialisti Spagna UE UIL Unione europea USA



Commenti all'articolo
  1. Sebbene io la pensi diversamente dal Direttore riguardo alla legge in discussione, faccio purtuttavia fatica a capacitarmi del ricorso alla “libertà di coscienza”, specie se il voto è segreto, forse perché risento ancora della mentalità dei “partiti identitari” i quali, se non ricordo male, solevano prender sempre posizione sull’una o altra tematica, pur se al loro interno potevano non mancare opinioni differenti, talora legate in qualche misura al rapporto più diretto che gli eletti avevano con la rispettiva “base”, anche in virtù del sistema delle preferenze.

    A mio modesto avviso il problema non è tanto la “libertà di coscienza” lasciata da un partito ai propri rappresentanti, posto che è la Costituzione stessa a non prevedere il vincolo di mandato, almeno così credo, ma piuttosto il fatto che una forza politica, in quanto tale, non esprima il proprio punto di vista in materia, ma probabilmente io sono rimasto legato a vecchi e superati modelli della vita politica, come avanti dicevo.

    Venendo comunque al caso specifico, e alle ragioni della “svolta” o “retromarcia”, tra le varie ipotesi in campo potrebbe anche esservi quella che strada facendo ci si è resi conto, o è andata maturando la percezione, che la maggioranza del nostro Paese è sostanzialmente contraria al veder introdotte nel nostro ordinamento modifiche di questo segno.

    Paolo B. 07.02.2016

  2. Paolo, rispetto naturalemnete il dissenso, ma me ne sfugge il motivo. Parliamo della legge italiana. Il dissenso sarebbe tutto è solo sulla Stepchild adoption. Cioè sulla possibilità del partner di riconoscere il figlio naturale dell’altro. Cioè i dissenzienti ritengono che per il figlio sia meglio avere un solo genitore e non due. Ma è possibile accettare un’obiezione questo tipo? Altro è l’eventuale dissenso sulle adozioni che ci sono nella maggior parte di paesi europei. Ma non nella nostra legge. Dunque? Evidente che dietro il dissenso sulla nostra legge c’è l’idea che un riconosciemnto possa portare ad un maggior utilizzo della fecondazione eterologa all’estero. Ma è come quando si riteneva che la legge sul divorzio avrebbe incrementato le separazioni e che quella sull’aborto avrebbe aumentato gli aborti. Oltre tutto questa norma c’è perfino in Germania. Nella democristiana Germania della Merkel. Ha aumentato il ricorso all’utero in affitto, che è peraltro strumento disdicevole usato anche in Italia dalle coppie eterosessuali sterili?

Lascia un commento